Spe­ranze, sogni, ricerca e desi­de­rio por­tano mol­tis­sime per­sone col­pite dalla cal­vi­zie ad aspet­tare con tre­pi­da­zione una solu­zione defi­ni­tiva al pro­blema della caduta dei capelli.

Dagli USA arriva la prima pil­lola anti-calvizie che pro­mette di far ricre­scere i capelli a tutti i sog­getti col­piti da alo­pe­cia areata. Tale pato­lo­gia porta ad una caduta dei capelli in spe­ci­fi­che zone del corpo (tra cui il cuoio capel­luto) sino ad arri­vare a col­pire tutti i bulbi piliferi.

Il far­maco anti-calvizie deno­mi­nato “ruxo­li­ti­nib”, messo a punto dalla Colum­bia Uni­ver­sity, ha dimo­strato di essere effi­cace su molti pazienti in cura presso la cli­nica uni­ver­si­ta­ria. Dopo il periodo di trat­ta­mento è stato pos­si­bile rile­vare una ricre­scita dei capelli vera­mente incoraggiante.

Anni di ricer­che con­dotte dal team di medici e ricer­ca­tori hanno dato quindi un risul­tato posi­tivo che potrebbe tra­sfor­marsi in un vero e pro­prio far­maco alla por­tata di tutti i sog­getti col­piti dalla malat­tia dei capelli più temuta.

I risvolti in que­sto senso sono estre­ma­mente posi­tivi sia dal punto di vista este­tico che psicologico.