Spesso la tra­di­zione ci inse­gna a leg­gere le mani, a leg­gere le unghie, ma nes­suno parla mai di come “leg­gere i capelli”. Ebbene si, anche i nostri capelli pos­sono darci alcuni segnali rispetto alla nostra salute. Vediamo qual­che caso particolare.

1. Se i capelli sono sec­chi, mosci, sfi­brati la prima causa che ci viene in mente è la colo­ra­zione, i trat­ta­menti o ancora il cloro della piscina. Ma se tutto ció non riguarda voi? Allora il motivo di capelli sfi­brati e rovi­nati puó essere l’ipotiroidismo, una disfun­zione della tiroide, molto spesso di natura gene­tica, dovuta a ridotta secre­zione degli ormoni tiroi­dei Tiro­xina e Triio­do­ti­ro­nina. Spesso la debo­lezza del capello, accom­pa­gnata a sin­tomi di stress e stan­chezza del corpo puó cau­sare que­sto problema.

2. Se avete cro­sti­cine o squame sul cuoio capel­luto vicino all’attaccatura dei capelli non é un buon segno. Potrebbe trat­tarsi di pso­riasi, spe­cie se la super­fi­cie della pelle vi sem­bra un po’ ispes­sita. La pso­riasi è una delle più comuni malat­tie autoim­muni, in cui la pelle va in auto-accelerazione com­pul­siva, pro­du­cendo cel­lule in eccesso. In tal caso con­si­gliamo l’utilizzo di pro­dotti di der­ma­to­lo­gia per la cura del cuoio capelluto.

3. Se la caduta dei capelli é piú accen­tuata del solito, per­ché ne vedete parec­chi sull’asciugamano o sulla spaz­zola, non dovete avere paura. Innan­zi­tutto é bene ricor­dare che in media, ogni giorno, cadono da 100 a 150 capelli per via del ricam­bio fisio­lo­gico. Nel caso il pro­blema dovesse diven­tare piú accen­tuato é meglio appro­fon­dire da un tri­co­logo spe­cia­li­sta valu­tando le diverse solu­zioni per pre­ve­nire e curare que­sta pro­ble­ma­tica. Potrebbe, infatti, trat­tarsi di un par­ti­co­lare momento di stress, di una feb­bre inso­li­ta­mente alta, dell’assunzione di alcuni medi­ci­nali un po’ “strong”, del solito ipo­ti­roi­di­smo, o, peg­gio, dell’insorgenza del dia­bete, che con­ta­mina i livelli ormo­nali. Per le donne invece potrebbe essere il segnale di una gravidanza.

4. Pro­blemi legati alla cal­vi­zia, sono ormai sem­pre piú fre­quenti. Suc­cede a uomini e donne, il tutto è dovuto a un fatto ormo­nale, spesso ere­di­ta­rio. Per il sesso maschile ini­zial­mente ci si accorge dalla per­dita dei capelli a livello delle tem­pie, per le donne invece quando la cal­vi­zie col­pi­sce, spesso causa la per­dita del capello su tutto il cuoio capel­luto. Il dia­bete é un fat­tore di rischio, che causa pro­blemi alla cir­co­la­zione del san­gue. Un’altra causa puó essere la malnutrizione.

6. Se i capelli cadono lasciando in testa delle per­fette chiazze tonde, allora siamo din­nanzi all’alopecia areata. Que­sta potrebbe essere sin­tomo di dia­bete, o di una malat­tia ere­di­ta­ria. Spesso capita che si per­dano tutti i peli del pro­prio corpo, anche le soprac­ci­glia. In tal caso é con­si­gliata una cura spe­cia­li­stica su indi­ca­zione del medico dermatologo.

7. Puó suc­ce­dere di ritro­varsi sul cuoi capel­luto della sca­glie gial­la­stre sui capelli e mac­chie squa­mose. Que­sti sono sin­tomi di der­ma­tite sebor­roica! La causa é risco­perta nello stress: é colpa del mal­va­gio pity­ro­spo­rum ovale, un bat­te­rio che si insi­nua nelle pelli irri­tate e le infiamma ancora di più. Potrebbe anche darsi che si tratti di sem­plice sec­chezza della pelle, ma é sem­pre, anche in que­sto caso, con­si­gliato l’aiuto di un medico.

8. Com­pa­iono i capelli bian­chi… Qual’é la vera causa? Molti pen­sano che la com­parsa dei temuti capelli bian­chi sia dovuta a un grande stress o a un trauma. In realtà, si tratta di una que­stione gene­tica. Anche se gli esperti dimo­strano que­sta tesi alcune ricer­che , peró, ten­dono a con­fer­mare l’ideologia por­tata avanti negli anni: sem­bra che lo stress abbia in qual­che modo un’influenza sulla tra­smis­sione di mela­nina nelle cel­lule dei capelli, modi­fi­cando quindi la loro colorazione.

Que­sti sono alcuni pic­coli con­si­gli sui capelli: come il resto del nostro corpo, anch’essi in diversi modi ci comu­ni­cano alcune sen­sa­zioni. Impa­rare a leg­gere i capelli, spesso, puó essere un van­tag­gio in diversi casi che ci per­mette di sco­prire cosa c’é die­tro ad un evi­dente problema.