Pro­blemi di per­dita di capelli sono sem­pre più fre­quenti per i gio­vani ita­liani. Un ado­le­scente du cin­que (18%), ha pro­blemi di per­dita di capelli. Ad affer­marlo uno stu­dio pro­mosso da “IHRF, fon­da­zione di ricerca per la pato­lo­gia sui capelli” pre­sie­duta dal Prof. Fabio Rinaldi, der­ma­to­logo a Milano. Durante la ricerca è stato ana­liz­zato un cam­pione di 10 mila ragazzi ita­liani con la col­la­bo­ra­zione di oltre 100 der­ma­to­logi da tutto il ter­ri­to­rio nazio­nale. Dallo stu­dio è emerso che l’insorgere l’acuirsi della caduta dei capelli si con­cen­tra tra i 12 e i 20 anni e col­pi­sce mag­gior­mente i maschi (60% dei casi), rispetto alle ragazze che rile­vano invece una per­cen­tuale del 40%, ma in aumento. Per la mag­gior parte delle per­sone, maschi e fem­mine, si tratta di alo­pe­cia andro­ge­ne­tica (cioe’ la forma più comune di calvizie).

Soli­ta­mente i capelli diven­tano più fini, e suc­ces­si­va­mente si dira­dano. Anche un aumento della secre­zione del sebo può cau­sare l’eccesso di caduta del capello. In caso di alo­pe­cia andro­ge­ne­tica la causa è per lo più legata alla tra­smis­sione di un errore sui geni del cro­mo­soma X ere­di­tati dalla madre. La caduta dei capelli è cau­sata inol­tre da cat­tive abi­tu­dini ali­men­tari o gravi disturbi, malat­tie, stress, l’abuso di far­maci, il fumo e il sonno insuf­fi­ciente. Que­sto accade soprat­tutto nelle ragazze che ven­gono mag­gior­mente influen­zate da cat­tive abi­tu­dini e stress.

Il pro­blema impatta dura­mente sui gio­vani a livello psi­co­lo­gico. Il 90% dei ragazzi infatti vivono il pro­blema come prio­ri­ta­rio e con­di­zio­nante, nel 60% lo pati­scono come un pro­blema este­tico e se ne ver­go­gnano, il 35% arriva ad iso­larsi dagli amici e ridurre la fre­quenza a scuola.

Per risol­vere que­sta pro­ble­ma­tica “e’ indi­spen­sa­bile ras­si­cu­rare i ragazzi sulla pos­si­bi­lita’ di con­tra­stare la caduta con una dia­gnosi tri­co­lo­gica o der­ma­to­lo­gica veloce e pun­tuale, per evi­tare la pro­gres­sione della cal­vi­zie e la riper­cus­sione sulla qua­lita’ della vita. Al giorno d’oggi ci sono molti rimedi tera­peu­tici utili, come per esem­pio i fat­tori di cre­scita natu­rali, bio-trattamenti o di bio­tec­no­lo­gia, che pos­sono por­tare a una solu­zione del pro­blema nella mag­gio­ranza dei casi. Insomma, i rimedi ci sono e, sep­pur col­piti da stress, cat­tiva ali­men­ta­zione e pre­di­spo­si­zione gene­tica, una dia­gnosi pre­coce, un con­trollo spe­cia­li­stico e dei trat­ta­menti spe­ci­fici pos­sono non solo limi­tare i danni per i gio­vani, ma per­met­ter­gli di man­te­nere intatte le loro chiome.

Per chi volesse avere mag­giori infor­ma­zioni sulla salute del pro­prio capello, Hair Cen­ter orga­nizza il “Mese del Capello” per offrire un ser­vi­zio di con­su­lenza e pre­ven­zione con­tro la calvizie.