Di recente il colosso mon­diale dell’elettronica Sony, ha pre­sen­tato richie­sta di bre­vetto per un’innovazione par­ti­co­lare nel mondo delle nuove tec­no­lo­gie che avrà un impatto anche sull’estetica di tutte le per­sone con pro­blemi di cal­vi­zie. Si chiama Smart­Wig e pro­mette di essere il futuro della parrucca.

Nei labo­ra­tori di ricerca Sony è stata messa a punto una par­rucca intel­li­gente in grado di disporre di foto­ca­mera, sen­sore GPS e addi­rit­tura moni­to­rare valori fisio­lo­gici di chi la indossa.

L’idea nasce da una vera e pro­pria par­rucca che però è in grado di comu­ni­care gra­zie alla con­nes­sione wire­less con smart­phone e foto­ca­mere digi­tali così da poter con­di­vi­dere in tempo reale dati, foto, suoni sul web.

Siamo arri­vati quindi all’era dei dispo­si­tivi indos­sa­bili – in inglese wea­ra­ble – che per­met­tono di inte­grare fun­zioni inno­va­tive sem­pli­ce­mente tenen­doli ade­rente al pro­prio corpo.

La prima ver­sione di Smart­Wig per­mette prin­ci­pal­mente di sfrut­tare l’infoltimento pro­prio come un navi­ga­tore satel­li­tare tra­smet­tendo delle vibra­zioni sul capo dell’utente che lo aiu­te­ranno ad inter­pre­tare il per­corso da seguire per rag­giun­gere un deter­mi­nato luogo. I prin­ci­pali svi­luppi di una solu­zione simile aiu­te­ranno cie­chi e disa­bili visivi a muo­versi liberamente.

La seconda e la terza ver­sione della par­rucca del futuro, invece, saranno in grado di gestire age­vol­mente pre­sen­ta­zioni con slide digi­tali e misu­rare pres­sione, tem­pe­ra­tura, ed altri dati impor­tanti per la salute.

Al momento non vi è cer­tezza di un lan­cio sul mer­cato della Smart­Wig anche se Sony ha deciso ugual­mente di depo­si­tarne il bre­vetto al fine di pre­ser­vare il diritto di essere la prima com­mer­cia­liz­zare un oggetto simile.