Otto­bre è il mese del­la pre­ven­zio­ne del can­cro al seno, che si mani­fe­sta attra­ver­so la con­di­vi­sio­ne di tan­ti nastri rosa, nel web e nel­la vita di tut­ti i gior­ni, e incon­tri con testi­mo­nian­ze di per­so­ne che han­no lot­ta­to con­tro que­sta malat­tia, uscen­do­ne vin­cen­ti.

Spes­so una del­le cure cui si devo­no sot­to­por­re le don­ne è la che­mio­te­ra­pia che cau­sa diver­se con­se­guen­ze, tra cui anche la tem­po­ra­nea cadu­ta dei capel­li. Per sop­pe­ri­re al disa­gio psi­co­lo­gi­co ed este­ti­co pro­vo­ca­to dal­la per­di­ta del­la chio­ma l’acquisto di una par­ruc­ca può esse­re d’aiuto. È dimo­stra­to che indos­sa­re la par­ruc­ca per una don­na equi­va­le ad un aumen­to del­la pro­pria auto­sti­ma e fidu­cia in se stes­sa e per que­sto può esse­re assi­mi­la­ta ad un dispo­si­ti­vo medi­co. I bene­fi­ci dell’uso del­la par­ruc­ca sono mol­te­pli­ci e, in par­ti­co­la­re, rap­pre­sen­ta un aiu­to per le don­ne che devo­no affron­ta­re que­sto deli­ca­to momen­to e che pos­so­no rico­no­sce­re la pro­pria imma­gi­ne allo spec­chio.

Come scegliere e indossare una parrucca post terapia?

È impor­tan­te sot­to­li­nea­re che pri­ma di indos­sa­re una par­ruc­ca post tera­pia è neces­sa­rio taglia­re i capel­li rima­sti o rasar­li, que­sto ser­vi­zio può esse­re fat­to diret­ta­men­te nel cen­tro tri­co­lo­gi­co dove si effet­tua l’acquisto oppu­re dal pro­prio sty­li­st. Que­sto atte­nua in par­te lo shock del­la cadu­ta dei capel­li e per­met­te una ricre­sci­ta futu­ra dei capel­li più equi­li­bra­ta.

Esi­sto­no mol­ti model­li di par­ruc­che post tera­pia che per­met­to­no a tut­te di sce­glie­re l’acconciatura, il taglio e colo­re desi­de­ra­ti. È neces­sa­rio rivol­ger­si ad un cen­tro tri­co­lo­gi­co di fidu­cia per far­si con­si­glia­re nel­la scel­ta del­la par­ruc­ca giu­sta da per­so­na­le spe­cia­liz­za­to. Inol­tre, c’è chi con­si­glia di pun­ta­re su tagli cor­ti di par­ruc­che per ren­de­re il pas­sag­gio del­la ricre­sci­ta dei capel­li meno inva­si­vo. Le par­ruc­che post che­mio devo­no ave­re prin­ci­pal­men­te deter­mi­na­te carat­te­ri­sti­che qua­li, esse­re:

  • anal­ler­gi­che;
  • tra­spi­ran­ti;
  • leg­ge­re.

Le par­ruc­che in fibra sono par­ti­co­lar­men­te adat­te e rispet­ta­no gli stan­dard di cui sopra, inol­tre, non richie­do­no accon­cia­tu­ra poi­ché il capel­lo man­tie­ne la pie­ga ori­gi­na­ria anche dopo il lavag­gio. Una vol­ta lava­ta la par­ruc­ca post tera­pia è suf­fi­cien­te lasciar­la asciu­ga­re su una testi­na all’aria sen­za usa­re phon che la potreb­be rovi­na­re, il trop­po calo­re può dan­neg­gia­re la fibra sec­can­do­la o addi­rit­tu­ra bru­cian­do­la irre­pa­ra­bil­men­te. Per ave­re mag­gio­ri indi­ca­zio­ni sull’igienizzazione del­la par­ruc­ca post tera­pia e la sua manu­ten­zio­ne si con­si­glia di rivol­ger­si a spe­cia­li­sti in mate­ria.

Esi­ste una par­ruc­ca post tera­pia adat­ta a tut­te, basta solo tro­va­re quel­la giu­sta e si affron­te­ran­no con mag­gio­re sere­ni­tà momen­ti dif­fi­ci­li!