L’acquisto di una pro­tesi capelli è un momento par­ti­co­lar­mente deli­cato e per sce­gliere quella più giu­sta è impor­tante porsi delle domande, valu­tare le esi­genze per­so­nali e la tipo­lo­gia di vita che si con­duce. Di seguito si elen­cano alcune tra gli inter­ro­ga­tivi più comuni:

1. Quanto spesso si suda?

Non s’intende la sudo­ra­zione sola­mente gior­na­liera della per­sona, ma se si in aggiunta si pra­ti­cano atti­vità spor­tive che pos­sono aumen­tare la quan­tità di sudore, poi­ché que­sto è basi­lare per deter­mi­nare se è neces­sa­rio ordi­nare una pro­tesi capelli con una base alta­mente tra­spi­rante o no.

2. Avete la pelle grassa?

Capire la tipo­lo­gia di pelle è impor­tante per valu­tare che tipo di anco­rag­gio sce­gliere per l’infoltimento e per cali­brare al meglio la sua durata.

3. Che anco­rag­gio sce­gliere per la pro­tesi capelli?

Que­sta domanda è legata alla pre­ce­dente in quanto ogni tipo­lo­gia di anco­rag­gio della pro­tesi dipende dalla fat­tura della calotta interna, poi­ché potrebbe non garan­tire l’adeguata tenuta con certi tipi di attac­chi. Ad esem­pio ci sono delle basi che hanno ele­vate pre­sta­zioni con nastri bia­de­sivi rispetto a colle liquide o clip e vice­versa, ecco per­ché è fon­da­men­tale capire quale scegliere.

4. Quanto a lungo si vuole indos­sare la pro­tesi capelli?

Alcune calotte non sop­por­tano una rimo­zione fre­quente e que­sto dipende soprat­tutto dal mate­riale di cui è fatta, ad esem­pio le pro­tesi in pizzo sono molto tra­spi­ranti ma meno resi­stenti a tra­zione ecco per­ché sono indi­cate per essere indos­sate per un periodo più lungo, altre invece pos­sono essere tolte e rimesse con mag­gior fre­quenza. Il dete­rio­ra­mento della calotta dell’infoltimento può cau­sare un allar­ga­mento della stessa che non si adatta più bene alla testa e pro­durre grinze oltre ad un più veloce deterioramento.

5. In che tipo di ambiente si vive/lavora?

Se si vive, lavora o si tra­scorre la mag­gior parte del tempo in un ambiente dif­fi­cile, que­sto deve essere con­si­de­rato. Inol­tre, alcune per­sone indos­sano per lavoro elmetti o uni­formi in que­sto modo l’attrito e la pres­sione sulla testa gio­che­ranno un ruolo impor­tante nel deci­dere quale sarà la pro­tesi capelli adatta a sod­di­sfare al meglio il vostro stile di vita.

6. Come pren­dersi cura della pro­tesi capelli?

Si con­si­glia di affi­darsi a esperti per la manu­ten­zione dell’infoltimento in quanto soprat­tutto certi mate­riali, se non trat­tati ade­gua­ta­mente, si potreb­bero dan­neg­giare velo­ce­mente nel tempo.

Que­ste sono solo alcune delle domande da porsi, ovvia­mente ci sono tanti altri fat­tori da con­si­de­rare prima di acqui­stare una pro­tesi, si rac­co­manda, infatti, di rivol­gersi a un cen­tro spe­cia­liz­zato per sce­gliere, con l’aiuto di per­so­nale qua­li­fi­cato, quale infol­ti­mento è più adatto per voi.

Photo Cre­dit: touringclub.it