Per chi cerca nella pro­tesi capelli una solu­zione valida ai pro­blemi di caduta dei capelli, è fon­da­men­tale indos­sare un infol­ti­mento che sia stu­diato ad hoc sulla per­sona sotto ogni aspetto, in modo che possa essere indos­sato in tutta tran­quil­lità. A volte suc­cede che la pro­tesi capelli possa cau­sare una fasti­diosa sen­sa­zione di pru­rito al cuoio capel­luto, ma non è detto che la pro­vo­chi diret­ta­mente l’infoltimento, potrebbe invece dipen­dere da diverse cause concomitanti.

Una delle cose più impor­tanti da fare prima di indos­sare la pro­tesi capelli è una cor­retta pre­pa­ra­zione del cuoio capel­luto, que­sto deve essere per­fet­ta­mente igie­niz­zato, si rac­co­manda una pro­fonda puli­zia della cute con pro­dotti igie­nici spe­ci­fici. Per­ché que­sto è impor­tante? Per­ché anche la minima quan­tità di sporco, oli o ade­sivi e resi­dui di sostante potreb­bero rovi­nare l’infoltimento e cau­sare nel tempo irri­ta­zioni cuta­nee alla testa.

Un altro fat­tore da con­si­de­rare è di appli­care sul cuoio ben igie­niz­zato un pro­dotto spe­ci­fico che funga da pro­tet­tore ridu­cendo la pos­si­bi­lità di una rea­zione aller­gica a colle o ade­sivi liquidi da parte del corpo.

Il pru­rito potrebbe dipen­dere anche dal tipo di anco­rag­gio della vostra pro­tesi capelli, nel caso di ade­sivi liquidi, si con­si­glia di sce­gliere, soprat­tutto per le pelli sen­si­bili, colle a base di acqua, poi­ché sono meno irri­tanti. Qua­lora dovesse per­si­stere il pro­blema, si sug­ge­ri­sce di sosti­tuire l’adesivo liquido con un’altra tipo­lo­gia oppure pro­vare un tipo di anco­rag­gio diverso come ad esem­pio il nastro bia­de­sivo.

Inol­tre, se il pru­rito non cessa, si fa sem­pre più fasti­dioso ed è accom­pa­gnato da bru­ciore, potrebbe essere sin­tomo di un pro­blema più impor­tante che dev’essere affron­tato seguendo il con­si­glio di un esperto, come il tri­co­logo, un con­sulto tem­pe­stivo potrebbe, infatti, risol­vere la situa­zione in tempo senza cau­sare ulte­riori fastidi alla persona.

Photo cre­dit: tantasalute.it