Quan­do s’indossa per la pri­ma vol­ta una pro­te­si capel­li que­sta deve diven­ta­re par­te inte­gran­te del­la per­so­na e com­ple­ta­re la sua imma­gi­ne nel­la manie­ra più natu­ra­le pos­si­bi­le. Ecco per­ché è fon­da­men­ta­le indi­vi­dua­re lo sti­le e il taglio più adat­to alla vostra imma­gi­ne. Un taglio sba­glia­to, infat­ti, sicu­ra­men­te cree­reb­be una delu­sio­ne del­le atte­se del­la per­so­na che deve por­ta­re la pro­te­si capel­li e, come non rischia­re che que­sto acca­da? Ecco qual­che con­si­glio!

  • Recar­si in un cen­tro tri­co­lo­gi­co di fidu­cia per ordi­na­re la pro­te­si capel­li e sce­glie­re il vostro look. È impor­tan­te evi­ta­re il “fai-da-te”, poi­ché solo uno spe­cia­li­sta potrà accon­cia­re l’infoltimento sen­za cor­re­re il rischio di rovi­nar­lo.
  • La comu­ni­ca­zio­ne con lo sty­li­st deve esse­re effi­ca­ce e chia­ra per­ché tal­vol­ta l’errore risie­de pro­prio in una scar­sa comu­ni­ca­zio­ne. Sem­bra abba­stan­za ovvio ma ci può esse­re una gran­de dif­fe­ren­za di opi­nio­ni per quan­to riguar­da l’estetica dei capel­li. Esse­re spe­ci­fi­ci e chia­ri è sicu­ra­men­te il modo miglio­re per otte­ne­re un look sod­di­sfa­cen­te.
  • Ascol­ta­re le pro­po­ste del­lo sty­li­st e valu­ta­re assie­me i pro e i con­tro, infat­ti, lo spe­cia­li­sta cono­scen­do le tec­ni­che e le stra­te­gie miglio­ri per far appa­ri­re la pro­te­si capel­li più natu­ra­le pos­si­bi­le è in gra­do di dare pre­zio­si sug­ge­ri­men­ti sul taglio. Difat­ti, biso­gna ricor­dar­si che non si trat­ta di capel­li che poi cre­sce­ran­no per cui non si con­si­glia di effet­tua­re tagli ecces­si­va­men­te cor­ti o stra­va­gan­ti.
  • Sce­glie­re uno sti­le che si avvi­ci­ni il più pos­si­bi­le a quel­lo ori­gi­na­rio, come ad esem­pio nel­la lun­ghez­za, nel colo­re ed altro, per non stra­vol­ge­re com­ple­ta­men­te la vostra imma­gi­ne.

Que­sti sono con­si­gli sem­pli­ci che pos­so­no appa­ri­re bana­li, ma, spes­so acca­de, che la per­so­na che non sia sod­di­sfat­ta dell’esito fina­le e por­vi rime­dio alle vol­te pos­sa esse­re com­pli­ca­to, per cui non si deve teme­re di chie­de­re un pare­re in più o fare una doman­da che vi sem­bra scon­ta­ta, per­ché que­sto può far la dif­fe­ren­za.

Pho­to Cre­dit: groupon.it