Quando s’indossa per la prima volta una pro­tesi capelli que­sta deve diven­tare parte inte­grante della per­sona e com­ple­tare la sua imma­gine nella maniera più natu­rale pos­si­bile. Ecco per­ché è fon­da­men­tale indi­vi­duare lo stile e il taglio più adatto alla vostra imma­gine. Un taglio sba­gliato, infatti, sicu­ra­mente cree­rebbe una delu­sione delle attese della per­sona che deve por­tare la pro­tesi capelli e, come non rischiare che que­sto accada? Ecco qual­che consiglio!

  • Recarsi in un cen­tro tri­co­lo­gico di fidu­cia per ordi­nare la pro­tesi capelli e sce­gliere il vostro look. È impor­tante evi­tare il “fai-da-te”, poi­ché solo uno spe­cia­li­sta potrà accon­ciare l’infoltimento senza cor­rere il rischio di rovinarlo.
  • La comu­ni­ca­zione con lo sty­list deve essere effi­cace e chiara per­ché tal­volta l’errore risiede pro­prio in una scarsa comu­ni­ca­zione. Sem­bra abba­stanza ovvio ma ci può essere una grande dif­fe­renza di opi­nioni per quanto riguarda l’estetica dei capelli. Essere spe­ci­fici e chiari è sicu­ra­mente il modo migliore per otte­nere un look soddisfacente.
  • Ascol­tare le pro­po­ste dello sty­list e valu­tare assieme i pro e i con­tro, infatti, lo spe­cia­li­sta cono­scendo le tec­ni­che e le stra­te­gie migliori per far appa­rire la pro­tesi capelli più natu­rale pos­si­bile è in grado di dare pre­ziosi sug­ge­ri­menti sul taglio. Difatti, biso­gna ricor­darsi che non si tratta di capelli che poi cre­sce­ranno per cui non si con­si­glia di effet­tuare tagli ecces­si­va­mente corti o stravaganti.
  • Sce­gliere uno stile che si avvi­cini il più pos­si­bile a quello ori­gi­na­rio, come ad esem­pio nella lun­ghezza, nel colore ed altro, per non stra­vol­gere com­ple­ta­mente la vostra immagine.

Que­sti sono con­si­gli sem­plici che pos­sono appa­rire banali, ma, spesso accade, che la per­sona che non sia sod­di­sfatta dell’esito finale e porvi rime­dio alle volte possa essere com­pli­cato, per cui non si deve temere di chie­dere un parere in più o fare una domanda che vi sem­bra scon­tata, per­ché que­sto può far la differenza.

Photo Cre­dit: groupon.it