Anche que­sta set­ti­mana cer­che­remo di rispon­dere ad alcune delle domande più fre­quenti sul tra­pianto di capelli sem­pre con l’aiuto del nostro esperto tri­co­logo Giu­lio Sof­fiato di Hair Cen­ter — Prontocapelli:

  • I capelli tra­pian­tati sono più fra­gili?

Asso­lu­ta­mente no, gli stessi ven­gono pre­le­vati dalla zona occi­pi­tale retro dove il rap­porto di dia­me­tro è sem­pre più alto e rimane tale.

  • Quanto dura l’intervento? Quante sedute sono necessarie?

Un’intervento dura media­mente dalle 3 alle 4 ore e le sedute dipen­dono dall’area da rico­prire e dall’area di pre­lievo, tec­ni­ca­mente non c’è nes­sun limite.

  • In che zona avviene il pre­lievo? Restano cicatrici?

A discre­zione del chi­rurgo il pre­lievo avviene dalla parte retro e/o tem­po­rale e tra i capelli della zona retro-laterale pur­chè non rasati; le cica­trici pra­ti­ca­mente invi­si­bili trat­tan­dosi di chi­rur­gia plastica.

  • Quanti fol­li­coli ven­gono inse­riti in un intervento?

Dipende sem­pre dalla zona offe­rente, ma soli­ta­mente si arriva al tra­pianto di almeno 2500 / 3000 unità fol­li­co­lari.

  • Dopo quanto tempo cre­scono i capelli tra­pian­tati? E qual è la per­cen­tuale di attec­chi­mento?

I capelli cre­scono a par­tire dal giorno dopo l’intervento per poi cadere e dare spa­zio ai nuovi capelli di ricre­scita; la per­cen­tuale di attec­chi­mento è sem­pre pari al 95 – 100%.

  • Cos’è il tra­pianto di capelli arti­fi­ciali?

La tec­nica del capello inor­ga­nico, più cono­sciuta come tra­pianto di capelli arti­fi­ciali è scon­si­gliata, e forse addi­rit­tura ban­dita o comun­que pochi devono essere i pro­fes­sio­ni­sti che si pre­stano a que­sta pra­tica, per­fetta per l’atraumatismo, l’immediatezza, la pro­gres­si­vità e l’effetto este­tico, ma che pur­troppo pre­senta il conto con la caduta a par­tire dal secondo mese, un rigetto non infet­tivo che porta alla totale per­dita e al con­se­guente abbas­sa­mento della cute e al pre­sen­tarsi di inva­gi­na­zioni meglio cono­sciute come buc­cia d’arancia.

Se avete altre domande non esi­tate a chie­dere! Vi rispon­de­remo al più presto!