I capelli sono una parte impor­tante della nostra imma­gine e ci accom­pa­gnano, modi­fi­can­dosi len­ta­mente, durante ogni fase della nostra vita. Avere una chioma bella e folta è un vanto che chiun­que vor­rebbe avere, in alcuni casi il cam­bia­mento dei capelli può cau­sare dei risvolti psi­co­lo­gici nega­tivi, il dira­da­mento o la caduta dei capelli può, infatti, instil­lare sen­ti­menti con­tra­stanti come insi­cu­rezza, ver­go­gna e addi­rit­tura per­dita di auto­stima. Molte per­sone che hanno pro­blemi di cal­vi­zie riscon­trano sen­sa­zioni e sen­ti­menti, la per­dita pro­gres­siva di fidu­cia in se stessi si può riper­cuo­tere nega­ti­va­mente nei rap­porti con gli altri e può por­tare a chiu­dersi in se stessi.

Esi­stono rimedi alla caduta dei capelli che hanno come con­se­guenza posi­tiva il recu­pero dell’autostima e un miglio­ra­mento delle con­di­zioni di vita, come ad esem­pio il tra­pianto dei capelli. Que­sta solu­zione, scar­sa­mente inva­siva, si rivela un buon rime­dio ad un pro­blema di cal­vi­zie che sem­bra irre­pa­ra­bile e può avere molti aspetti posi­tivi tra cui il rico­no­sci­mento della pro­pria imma­gine allo spec­chio e il con­se­guente benes­sere psi­co­fi­sico del goderne.

Vivere in una comu­nità e il rela­zio­narsi con gli altri è sicu­ra­mente uno degli aspetti fon­da­men­tali della nostra vita e il sen­tirsi a pro­prio agio e sicuri per­mette di miglio­rare que­sti rap­porti: fami­liari, con il pro­prio part­ner, amici e sul lavoro.

Il tra­pianto di capelli o auto­tra­pianto può essere ese­guito con tec­ni­che diverse, tra cui la Fut e la Fue, si tratta di metodi rivo­lu­zio­nari e poco inva­sivi, che con­si­stono (con dif­fe­renze intrin­se­che di ogni tec­nica) di estrarre bulbi pili­feri da reim­pian­tare nella zona dira­data. Soli­ta­mente il pre­lievo avviene nella nuca e zona occi­pi­tale. Il risul­tato finale è asso­lu­ta­mente natu­rale, i capelli cre­scono nella parte inte­res­sata con una den­sità molto simile, se non iden­tica, alle zone non diradate.

Si con­si­glia di sot­to­porsi ad un inter­vento di tra­pianto di capelli nei seguenti casi:

  • Per risol­vere in maniera defi­ni­tiva un pro­blema di diradamento;
  • Per deli­neare o abbas­sare l’attaccatura frontale;
  • Per sop­pe­rire ad un pro­blema di minia­tu­riz­za­zione gene­rale della chioma;
  • Per aumen­tare la den­sità della zona inte­res­sata quando i suoi con­torni siano sta­bili e ben defi­niti.

Ovvia­mente è indi­spen­sa­bile il parere di uno spe­cia­li­sta, per que­sto si rac­co­manda di rivol­gersi ad un cen­tro tri­co­lo­gico di fidu­cia per una prima visita spe­cia­li­stica e per chie­dere una con­su­lenza ad un esperto che sarà in grado di rispon­dere ad ogni vostra domanda sull’argomento.