Per sop­pe­rire a pro­blemi ormai con­cla­mati di cal­vi­zie il tra­pianto di capelli rap­pre­senta un’ottima solu­zione ma è impor­tante veri­fi­care se è pos­si­bile sot­to­porsi a que­sto intervento.

È impor­tante sapere che non tutti pos­sono sot­to­porsi al tra­pianto di capelli, ci sono, infatti, dei para­me­tri da veri­fi­care per con­trol­lare se effet­ti­va­mente si è adatti e l’operazione può essere con­dotta con suc­cesso. Il grado di cal­vi­zie e la sua sta­bi­liz­za­zione sono uno dei punti focali da verificare.

Un altro fat­tore da con­si­de­rare per il tra­pianto di capelli è la zona dona­trice e di con­se­guenza le sue carat­te­ri­sti­che intrin­se­che. La scelta dell’area dona­trice deve rispon­dere, infatti, a certi para­me­tri pre­de­fi­niti. Nello spe­ci­fico, nell’intervento con tec­nica FUE, dove si pre­le­vano sin­gole unità fol­li­co­lari, si deve valu­tare lo stato della zona dona­trice secondo que­sti para­me­tri:

  • quan­tità di unità fol­li­co­lari per cm2;
  • quan­tità di capelli per cm2;
  • rap­porto fase ana­gen – telogen;
  • tipo­lo­gia di capello;
  • dia­me­tro del capello;
  • colore del capello;
  • spes­sore del cuoio capelluto.

La zona dona­trice è com­presa tra la parte occi­pi­tale e quella tem­po­rale del capo poi­ché i fol­li­coli in quest’area non sono sot­to­po­sti al DHT e agli ormoni andro­geni, respon­sa­bili della cal­vi­zie. L’idoneità della zona dona­trice dev’essere sta­bi­lita attra­verso una visita medica specialistica.

Quando fare il tra­pianto di capelli?

Per prima cosa si deve con­sul­tare un esperto per avere infor­ma­zioni pre­cise circa l’operazione, l’idoneità, la buona riu­scita e il fat­tore età che gioca un ruolo impor­tante poi­ché di norma sotto i 35 anni è scon­si­gliato ese­guire il tra­pianto di capelli. La cal­vi­zie, infatti, deve essersi sta­bi­liz­zata per affron­tare l’operazione poi­ché diver­sa­mente que­sta potrebbe pro­gre­dire e aumen­tare il dira­da­mento anche in zone non inte­res­sate in precedenza.

Per i più gio­vani si con­si­glia di pro­vare solu­zioni alter­na­tive prima di pen­sare a un tra­pianto di capelli, esi­stono, infatti, trat­ta­menti spe­ci­fici che si pos­sono intra­pren­dere per ral­len­tare o bloc­care la caduta dei capelli. Si sug­ge­ri­sce per que­sto di rivol­gersi a un cen­tro tri­co­lo­gico spe­cia­liz­zato per fis­sare una prima visita.