La cal­vi­zie è un pro­blema che affligge molte per­sone; esi­stono vari rimedi con­so­li­dati ma si con­ti­nua a ricer­carne di nuovi e sem­pre più efficienti.

Sul web rim­balza una noti­zia, che vi ripor­tiamo ma non con­fer­miamo e non giu­di­chiamo per­ché non è chiara e pro­vata nè la riu­scita nè l’applicabilità.

Pare che in Cali­for­nia uno stu­dioso del campo abbia tro­vato una nuova cura alla cal­vi­zie che con­si­ste­rebbe nel tra­pian­tare i peli delle gambe sul cuoio capel­luto. Que­sto a detta dello stu­dioso por­te­rebbe a risul­tati migliori e più natu­rali, per­chè i peli delle gambe sareb­bero più simili ai capelli che cre­scono nor­mal­mente sulla fronte, parte più sog­getta a dira­da­mento e calvizie.

Que­sta tec­nica per­met­te­rebbe di ovviare a pro­blemi quali cica­trici (anche se secondo la nostra espe­rienza le cica­trici sulla nuca non sono vistose, come spie­gato nel nostro post “Tra­pianto di capelli” ), e por­te­rebbe a un miglior risul­tato in quanto i capelli della nuca attual­mente tra­pian­tati avreb­bero spes­sore mag­giore di quelli della fronte e que­sto si note­rebbe una volta tra­pian­tati i capelli poste­riori sul davanti.

Inol­tre, con que­sta tec­nica sarebbe pos­si­bile uti­liz­zarla anche per chi è affetto da grave cal­vi­zie e non dispone quindi di una fonte per il tra­pianto di capelli, usando addi­rit­tura peli della barba e del petto oltre a quelli delle gambe, in base allo spes­sore appunto.

Vedremo se sarà appli­ca­bile que­sto tipo di tra­pianto alter­na­tivo e restiamo in attesa di nuovi svi­luppi. Con­ti­nuate a seguirci!