Alimentazione: una dieta dimagrante può provocare la caduta dei capelli?

Seguire una dieta dimagrante troppo restrittiva può causare danni ai nostri capelli? Scopriamolo assieme!

Una sana alimentazione è fondamentale per il benessere della nostra chioma, ma qualora si dovesse seguire una dieta particolare come potrebbero reagire i nostri capelli? Questo potrebbe portare degli scompensi?

Un’alimentazione varia e completa di tutti i nutrienti permette di mantenere una chioma in salute, al contrario diete troppo restrittive e con scarsa varietà di alimenti potrebbero compromettere il benessere di capelli e cuoio capelluto e causare nel tempo diradamento o alopecia. Quali sono le sostanze che non possono mancare in un’alimentazione equilibrata? Ecco qualche consiglio:

  • carne e legumi: contengono proteine, la cui carenza può causare l’indebolimento del capello. Solitamente questo si verifica in una dieta vegetariana errata o “fai da te” dove le proteine vengono a scarseggiare o addirittura a mancare. È scientificamente dimostrato che un’assenza prolungata, anche di 2 settimane, di alimenti proteici può provocare una riduzione considerevole del diametro del bulbo;
  • frutta e verdura: contengono vitamine indispensabili al nutrimento dei capelli di cui non possiamo fare a meno, come ad esempio la vitamina A la cui assenza comporta una perdita di lucentezza dei capelli e un aumento della secchezza degli stessi e della cute;
  • cereali e oli vegetali: nei quali troviamo la vitamina E, utile a contrastare i radicali liberi, che sono i principali responsabili del deterioramento cellulare e della caduta dei capelli;
  • oligoelementi: i minerali sono sostanze importanti per contrastare la perdita di capelli, ad esempio il ferro è basilare per la sintesi dell’emoglobina e l’ossigenazione del sangue che nutre cuoio e capelli; il rame contribuisce alla sintesi della melanina che colora i capelli; il magnesio favorisce lo sviluppo di enzimi che aiuta la ricrescita dei capelli; lo zinco invece stimola l’attività delle cellule germinative e di conseguenza provoca la crescita del capello; lo zolfo contrasta i capelli sfibrati e indeboliti.

Infine, è possibile affermare che condurre diete, che siano dimagranti o dovute ad altre esigenze, che sono comunque bilanciate per quanto riguarda sostanze fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo, da cui dipende la salute anche dei capelli, è il miglior modo per non creare scompensi al corpo. Si suggerisce sempre di seguire le indicazioni di esperti del settore per non incorrere in questo rischio e qualora si dovesse notare una caduta anomala dei capelli, si suggerisce di rivolgersi tempestivamente a un centro tricologico di fiducia per una prima analisi del problema.

 

Photo Credit: italianosveglia.com


Deprecated: related_posts è deprecata dalla versione 5.12.0! Al suo posto utilizza yarpp_related. in /var/www/vhosts/cadutadeicapelli.net/httpdocs/wp-includes/functions.php on line 4861