Caduta dei capelli: da che cosa dipende e come intervenire?

La caduta dei capelli può verificarsi per diversi motivi, può essere più o meno accentuata, temporanea o cronica. Come intervenire per arrestarla?

La caduta dei capelli è un fenomeno decisamente problematico per chi ne è interessato, infatti, spesso, non vi è una corretta informazione sui fattori scatenanti e si è ignari di eventuali terapie da intraprendere per arginare il problema. Il diradamento può, infatti, essere ricondotto a una serie di fattori abbastanza comuni, che, in alcuni casi, possono essere risolti seguendo determinati trattamenti o terapie specifiche. Facciamo maggiore chiarezza sulle cause della caduta dei capelli!

Quali sono le cause principali della calvizie?

  • Stress –> un periodo di forte stress, dovuto a varie cause come una malattia e un repentino cambiamento nello stile di vita, può generare la temporanea caduta dei capelli. Lo stress, infatti, può alterare il normale ciclo di crescita del capello bloccandolo in certe fasi o rallentandolo drasticamente. Nella maggior parte dei casi la caduta dei capelli può diventare evidente fino a sei mesi dopo l’evento traumatico. Si tratta di una perdita temporanea e la ricrescita riprenderà con regolarità non appena il periodo di stress si sarà attenuato.
  • Carenza di proteine –> se non si assumono abbastanza proteine con l’alimentazione, la salute dei capelli potrebbe risentirne poiché queste sostanze saranno trattenute dall’organismo e destinate ad altri processi primari. La caduta dei capelli è evidente circa due o tre mesi dopo la carenza per attenuarsi non appena si regolarizzi la dieta alimentare.
  • Calvizie genetica –> la caduta dei capelli generata da una predisposizione genetica interessa sia uomini sia donne in età matura. Si tratta di una patologia che può diventare definitiva e acuirsi sempre più, per questo si consiglia di contattare degli specialisti per attenuare il diradamento.
  • Alopecia –> tra i vari tipi di alopecia troviamo anche quella che riguarda il sistema immunitario, questo, infatti, inizia ad attaccare i follicoli piliferi generando una maggiore caduta dei capelli. In questo caso, come nella maggior parte di altre patologie, lo studio delle cause che hanno scatenato il fenomeno è importante, per prima cosa per individuare la tipologia di alopecia e poi per l’elaborazione di un’eventuale terapia.

Infine, in questo post ci siamo concentrati solo su alcune delle cause che possono indurre la caduta dei capelli, ne esistono ovviamente molte altre che per completezza saranno trattate in seguito. Si suggerisce, inoltre, di effettuare un check up dei propri capelli presso un centro specializzato per testare lo stato di salute del proprio cuoio capelluto prima di affrontare l’argomento con metodo fai-da-te.