Integratori per capelli: servono per contrastare la caduta?

A cosa servono gli integratori per capelli? In che caso si possono assumere? Aiutano a contrastare la caduta dei capelli?

L’alimentazione è un fattore importante per la salute del corpo e dei capelli, infatti, seguire una dieta sana e bilanciata contribuisce a mantenere la chioma bella e folta, ma non sempre è sufficiente ed è necessario assumere integratori per capelli. La carenza di sostanze utili al corretto sviluppo del capello potrebbe concorrere, insieme con altre cause, alla caduta dei capelli.

A cosa servono gli integratori per capelli?

Gli integratori per capelli hanno la funzione di apportare gli elementi necessari per la crescita del capello, sopperendo alle eventuali carenze di tipo alimentare. La mancanza di questi principi unita a sbalzi improvvisi di peso dovuti a diete dimagranti drastiche, indebolisce ulteriormente la chioma, rendendola fragile, sensibile ed esposta al problema della caduta.

Esistono in commercio molti tipi d’integratori per capelli che si differenziano per il tipo di sostanze nutritive contenute.

Gli integratori solitamente sono composti di:

  • amminoacidi solforati (metionina, cisteina, taurina, arginina): presenti nella carne e nel pesce, sono utili alla ristrutturazione della cheratina, elemento fondante del capello;
  • minerali (ferro, zinco, magnesio, rame): indicati a rafforzare la fibra del capello;
  • vitamine ed estratti vegetali: le vitamine predilette sono quelle C e E, contenute nella frutta come arance, frutti di bosco e kiwi, e nella verdura come the verde, broccoli e in genere in buona parte della verdura fresca.

Quando assumere integratori?

L’assunzione d’integratori per capelli è adatta nei seguenti casi:

  • come coadiuvante a una terapia specifica contro la caduta dei capelli;
  • per risolvere problemi di perdita dovuta a stress, debilitazione fisica e terapia farmacologica aggressiva;
  • nei cambi di stagione;
  • nei casi di seborrea (eccesso di grasso);
  • in seguito a trattamenti radio e chemioterapici.

L’assunzione d’integratori per capelli deve avvenire dopo aver consultato il medico o persone qualificate in materia, poiché solo attraverso l’analisi dei componenti alimentari mancanti si può indicare un certo tipo d’integratore piuttosto che un altro.