Protesi naturali e sintetiche: requisiti e particolarità

Protesi in capelli veri o sintetici: quale preferire?

Protesi naturali o sintetiche? Caratteristiche e curiosità dal mondo dei capelli.

Quando ci si avvicina al mondo delle protesi per capelli i dubbi e le domande su quale possa essere la soluzione migliore sono sempre molti. Dal punto di vista estetico e visivo non si nota nessuna differenza fra una protesi in capelli naturali o una protesi sintetica.

Non vi sono nemmeno differenze di prezzo, in quanto ci possono essere protesi sintetiche più costose delle protesi naturali. A determinare il costo del prodotto è sempre la lavorazione. Quella che in gergo è definita una “bella protesi” è semplicemente un articolo finemente lavorato e curato, indipendentemente dalla natura del materiale.

In linea di massima la diversità tra capelli veri e non, la si può individuare al tatto ed è riconoscibile da personale esperto.

DURATA e MANUTENZIONE: unica differenza

La durata di una protesi sintetica è di circa il 25% del tempo in meno rispetto ad una protesi naturale.

Questo è dovuto dal fatto che i capelli sintetici non possono assorbire il grasso prodotto dal cuoio capelluto, o meglio, non possiedono l’elasticità necessaria per resistere alla pellicola di grasso che si forma sulla cute e finiscono con il rovinarsi e spezzarsi.

La manutenzione delle protesi sintetiche è più veloce, in quanto non c’è bisogno né della messa in piega (anche se, volendo, si potrebbe fare) né della tinta. I capelli in fibra non decolorano mai, diverso è invece il capello naturale che almeno 3 o 4 volte l’anno, specie se scuro, ha bisogno di essere rigenerato.

UNA BELLA PROTESI: il “ritorno tagliato”

Come già detto in precedenti articoli una protesi deve essere leggera e impercettibile.

Queste caratteristiche si individuano solo nel capello detto “a ritorno tagliato”. Il termine è poco conosciuto perchè si riferisce ad una lavorazione molto rara che fa aumentare il costo di una normale protesi.

Il “ritorno tagliato” è una tecnica che consiste nell’inserimento di un capello alla volta sulla calotta. A questo si aggiunge il fatto che ogni capello viene fissato con un piccolo nodo per non doverlo poi lavorare il doppio delle volte, cosa che raddoppierebbe la quantità dei capelli causando un risultato innaturale e antiestetico.

La scelta fra protesi naturale o in fibra è assolutamente personale. È infatti importante tenere in considerazione lo stile di vita che la persona conduce e la durata per il quale dovrà indossare la protesi.

Il consiglio di Hair Center – Prontocapelli è di farsi sempre indirizzare dal parere tecnico di un esperto.