Smettere di fumare per ridurre il rischio di perdita di capelli

Fumare può causare la perdita dei capelli? Scopriamo assieme il perché!

Diverse tipologie di perdita dei capelli hanno una moltitudine di fattori scatenanti, tra cui la predisposizione genetica, malattie autoimmuni, condizioni ambientali, e il fumo concorre ad aumentare le probabilità di calvizie. Una recente ricerca condotta dagli Istituti di Taiwan ha dimostrato che gli uomini che fumano più di 20 sigarette al giorno sono maggiormente predisposti alla perdita di capelli.

Capelli secchi e fragili, perdita dei capelli e capelli bianchi precoci

Diete povere di nutrimenti e squilibrate e livelli di stress alti possono influenzare negativamente la salute dei capelli, così anche fumare danneggia tutto l’organismo e nello specifico la nostra chioma. Il risultato, infatti, può essere visibile: capelli eccessivamente secchi e deboli, sottili e fragili.

È possibile stilare un elenco di valide ragioni per smettere di fumare e tra queste si può citare anche l’incanutimento precoce, ossia la comparsa di capelli bianchi. Il fumo causa, come tutti sappiamo, patologie serie, tra cui, problemi cardiocircolatori, respiratori, di colesterolo e la perdita dei capelli.

Un altro recente studio condotto dall’Università del Texas ha riscontrato che la temporanea condizione di assottigliamento del bulbo e diminuzione di densità della chioma sono le risposte del nostro organismo ad abitudini dannose che assumiamo, per questo, il telogen effluvium provocato dalle sigarette può, essere arrestato smettendo di fumare.

Fumare accelera la perdita dei capelli

L’aspetto più preoccupante del fumo, per quanto riguarda l’ambito tricologico, è che può accelerare la caduta dei capelli nei soggetti predisposti geneticamente. In altre parole, chi è interessato geneticamente dalla calvizie potrebbe verificare una perdita dei capelli precoce e veder diminuire la propria chioma in giovane età.

Come regola generale, fumare è indubbiamente un vizio da evitare perché contribuisce a compromettere il benessere della persona predisponendola a malattie altresì evitabili. La nicotina e il monossido di carbonio contenuti nelle sigarette causerebbero una riduzione del flusso sanguineo verso i follicoli piliferi, rallentando la loro normale crescita, inoltre, i radicali liberi con il fumo possono provocare seri danni cellulari. La perdita dei capelli porta con sé risvolti psicologici negativi nelle persone interessate, per questo è importante intervenire tempestivamente per eliminare quei fattori che possono averla provocata. Rivolgersi ad un valido centro tricologico può essere la soluzione più adatta per studiare le cause e porvi rimedio.