Tiroide e caduta dei capelli

Il malfunzionamento della tiroide può portare alla caduta dei capelli?

La tiroide è una ghiandola endocrina, una sua disfunzione può provocare conseguenze negative al nostro organismo e portare anche alla caduta dei capelli, con ripercussioni sia fisiche sia psicologiche sulla persona. Per quanto riguarda il danno fisico, la caduta fulminea è un sintomo tipico di disturbi tiroidei, la quantità di capelli persa è considerevole e avviene in breve tempo. Gli ormoni tiroidei hanno il ruolo fondamentale di mantenere inalterate le funzioni cutanee del cuoio come:

  • il consumo di ossigeno
  • la sintesi proteica
  • la mitosi
  • lo spessore cutaneo
  • la crescita dei capelli
  • la secrezione sebacea

Le disfunzioni della tiroide sono di due tipi, l’ipo e ipertiroidismo, che agiscono in modo negativo sul cuoio capelluto, alterando il corretto funzionamento.

Nell’Ipotiroidismo, la tiroide rilascia poca T4 (tiroxina) e T3 (tri-iodotironina) nel sangue, rallentando il tasso metabolico sotto la norma e presentando di conseguenza la cute:

  • fredda: in seguito alla costrizione dei vasi sanguinei;
  • secca: causa dalla diminuzione della secrezione sudoripara e sebacea che crea una variazione della tessitura della cute;
  • pallida con desquamazione lieve: l’eccesso di fluido e mucopolisaccaridi nel derma comprime i vasi e cambia la rifrazione della luce.

Nell’ipotiroidismo i capelli sono opachi, secchi, fragili e mostrano una massiccia diminuzione del volume. La caduta dei capelli è dovuta a un precoce arresto di crescita del pelo nella fase anagen, alla quale si può porre rimedio con una terapia che regoli il normale rapporto tra capelli telogen e anagen.

Nell’Ipertiroidismo invece accade la situazione opposta alla precedente, vi è una produzione eccessiva di T4 e T3, stimolando parecchio il metabolismo, e il cuoio capelluto si presenta:

  • caldo e arrossato: in seguito alla vasodilatazione periferica e all’aumento del flusso sanguigno;
  • umido.

Questa disfunzione causa nel 20-40% dei casi una diffusa perdita di capelli, che non è però direttamente proporzionale all’acuirsi dell’ipertiroidismo, ma può accentuarsi in seguito alla terapia di guarigione che crea variazioni estreme del quadro metabolico.

Qualora si dovesse riscontrare un fenomeno ingente di caduta dei capelli si consiglia di rivolgersi ad un Centro Tricologico specializzato per un consulto.

Photo Credits: tiroideonline.