Trattamenti per la caduta dei capelli: cosa funziona davvero?

Sono molti i trattamenti per la caduta dei capelli ma cosa è veramente efficace?

La ricerca oggi ha permesso di fare passi da gigante nel settore dei trattamenti per la calvizie ma la domanda che ci si pone è: permettono di ottenere risultati efficaci? È rilevante capire come agiscono e quali risultati offrono.

È doveroso premettere che la caduta dei capelli dev’essere considerata un processo assolutamente fisiologico di ricambio. Si stima, infatti, che ogni persona, nel corso della sua vita, attraversi più volte questo ciclo. In condizioni normali quando il capello cade, il follicolo pilifero ne ha già prodotto uno nuovo che prenderà il suo posto. Il problema del diradamento si palesa quando il rapporto tra i capelli in fase di crescita e quelli in fase di involuzione si sbilancia a favore di quest’ultima. La caduta dei capelli è preoccupante se non viene rimpiazzata, se si protrae nei mesi e se la cute diventa visibile. Prima della morte definitiva del capello vi è un processo di assottigliamento che provoca una diminuzione del volume totale della capigliatura, con successivo spezzamento e/o frammentazione del capello.

Approccio personalizzato

Per prima cosa è fondamentale l’approccio personalizzato, poiché non esistono trattamenti miracolosi che vanno bene indistintamente per tutti, infatti, ogni caso deve essere studiato e approfondito prima di proporre la terapia più adatta, che sarà diversa da persona a persona. Una prima fase di analisi aiuta a individuare le cause della caduta dei capelli e ad elaborare la successiva fase di intervento con l’obiettivo di contrastare la perdita e soprattutto rafforzare i capelli.

Indagare i fattori scatenanti

Determinare qual è la causa o le cause della caduta dei capelli è il primo passo da compiere per individuare il problema, infatti, attraverso analisi e utilizzo di macchinari specifici si potrà capire la tricopatia per stabilire come procedere. Ormai è risaputo che la calvizie può essere dovuta a molteplici fattori, tra cui tricopatie, i cambi di stagione, assunzione di certi farmaci, anestesie, diete dimagranti non adeguate, malattie e scarsa pulizia del cuoio capelluto.

Trattamenti consigliati

In diversi casi, la caduta dei capelli può essere ridotta semplicemente igienizzando correttamente il cuoio capelluto con prodotti adeguati. Favorire la giusta ossigenazione dei follicoli è il modo migliore per mantenerli attivi. Esistono, infatti, dei trattamenti che sono in grado, se associati a prodotti specifici, di riportare l’attività follicolare alla normalità e stimolare lo sviluppo di un nuovo ciclo di vita del capello. La pulizia della cute è basilare per asportare eccesso di sebo e altre sostanze che possono compromettere la regolare attività follicolare. Nelle persone predisposte a diradamento i livelli di ossigeno sono spesso compromessi, ostacolando il rimpiazzo di capelli nuovi, ecco perché è importante impedire di raggiungere lo stato di ipossia.