Come eliminare la forfora?

La forfora è un fenomeno fastidioso e antiestetico. Come liberarsi da questo disagio? Quali prodotti usare? A chi rivolgersi? Vediamolo insieme!

Prendersi cura dei capelli nella maniera corretta è importante per evitare il manifestarsi di alcune spiacevoli anomalie del cuoio capelluto, come ad esempio la comparsa della forfora o pitiriasi, che oltre a rappresentare un disagio fisico, come una forte sensazione di prurito e la comparsa di scaglie biancastre sulla chioma, potrebbe, inoltre, mettere in imbarazzo la persona stessa nel suo relazionarsi con gli altri.

Le cause della comparsa della forfora, come abbiamo già trattato ampiamente, sono molteplici, potrebbero essere temporanee e risolte con semplicità oppure diventare patologiche e creare seri problemi a cuoio e capelli.  La forfora è sostanzialmente la conseguenza del ricambio cellulare, che è un fenomeno del tutto naturale e normale, ma si può trasformare in un vero e proprio problema quando la desquamazione si fa sempre più copiosa. Tra le cause più frequenti vi sono: stress, abuso di prodotti estetici dannosi, alimentazione non bilanciata, dermatite seborroica e scompensi ormonali. Per determinare con precisione quale sia la causa o le cause  scatenanti è opportuno rivolgersi a dei professionisti e fissare un primo incontro conoscitivo. Una volta appurata la motivazione del problema è possibile intervenire in diversi modi secondo la tipologia di pitiriasi: nel caso di forfora occasionale si deve procedere con una cura tricologica antiforfora utilizzando prodotti appositi; se invece si tratta di forfora patologica, non esiste una cura definitiva, ma si deve ripetere ciclicamente il trattamento.

Quali sono le caratteristiche che deve avere un buon prodotto antiforfora? Vediamole assieme!

  • svolgere un’azione disinfettante e antimicotica
  • sciogliere e staccare le squame dal cuoio capelluto
  • esercitare un’azione antipruriginosa
  • stimolare le difese dell’organismo
  • favorire l’equilibrio del mantello idro-lipidico della cute.

Come utilizzare i prodotti antiforfora?

Questi tipi di prodotti si possono impiegare nei lavaggi quotidiani dei capelli, l’unico accorgimento da osservare è quello di non grattare con troppa forza il cuoio capelluto per non creare delle micro-lesioni che potrebbero, nel peggiore dei casi, generare infezioni e complicare il quadro clinico.

Come combattere e prevenire la forfora? Ecco qualche consiglio!

  • effettuare lavaggi frequenti, anche tutti i giorni, evitando così il fastidioso accumulo di sebo sulla cute e mantenendola igienizzata
  • seguire un’alimentazione che preveda il giusto apporto di alcuni elementi come gli omega-3, antiossidanti, vitamine B (presenti in frutta, verdura, carni magre e pesce) e amminoacidi solforati
  • fare un uso moderato di prodotti cosmetici per capelli, come gel, lacca e mousse, perché un loro abuso può irritare il cuoio capelluto rendendolo più debole.

Se si dovesse riscontrare un’eccessiva produzione di forfora tra i capelli, che non abbia carattere temporaneo o occasionale, si consiglia di non sottovalutare il problema e di rivolgersi a un Centro tricologico per una prima diagnosi e la conseguente cura.

 

Photo Credit: dermatiteseborroica.it


Deprecated: related_posts è deprecata dalla versione 5.12.0! Al suo posto utilizza yarpp_related. in /var/www/vhosts/cadutadeicapelli.net/httpdocs/wp-includes/functions.php on line 4861