Come lavare una parrucca in fibra sintetica?

Come si mantiene una parrucca sintetica? Come va lavata? Quali sono gli aspetti da non sottovalutare per averla sempre bella e lucida? In questo post cercheremo di rispondere a tutte queste domande

Le parrucche sintetiche sono sicuramente più facili da utilizzare e più semplici da mantenere rispetto alle parrucche fatte con capelli naturali. Oggi è possibile, grazie anche ai numerosi test effettuati dai più importanti centri tricologici italiani, assottigliare le differenze tra capello sintetico e capello naturale. Infatti sono tantissime le tonalità di colore delle parrucche sintetiche, che hanno il pregio di durare a lungo e di avere un buon rapporto qualità-prezzo.

Un soggetto acquista una parrucca quando vuole:

  • risolvere un problema estetico. Uomini e donne infatti vogliono indossare parrucche per cambiare look o per alleggerire piccoli difetti legati spesso al problema della caduta dei capelli.
  • tamponare il problema della calvizie temporanea in fase di chemioterapia. Esistono parrucche appositamente studiate per essere utilizzate nel post terapia. Per individui che si trovano in questa delicata fase della vita, specialmente donne, diventa indispensabile risolvere questo tipo di problema, ed avere un adeguato supporto che garantisca alla persona una vita serena senza stress psicologico.

Ma come lavare la parrucca sintetica? Questo tipo di parrucca ha il vantaggio di conservare una piega perfetta e un colore brillante dopo ogni lavaggio. Inoltre non assorbe umidità non essendo igroscopica, un vantaggio grazie al quale la parrucca rimane sempre in perfetta forma anche in giornate umide o piovose.

Per mantenere in buono stato la parrucca in fibra sintetica è necessario lavarla con uno shampoo specifico, spazzolarne delicatamente i capelli per eliminare eventuali nodi che possono essersi formati. Procurarsi poi una bacinella di acqua tiepida o fresca, ma non calda, in quanto rovina la piega della parrucca e danneggia la fibra. Aggiungere uno o due cucchiaini di shampoo nella bacinella, immergere la parrucca e lasciarla lì per un paio di minuti al massimo; successivamente toglierla dalla vaschetta e sciacquarla dolcemente sotto l’acqua per rimuovere ogni residuo di sapone, evitando di torcerla. Infine asciugarla con un asciugamano, e non con il phon, per evitare di danneggiarla con fonti di calore e lasciarla possibilmente su un piedistallo prima e dopo ogni utilizzo.

La parrucca va lavata una volta a settimana a casa propria, più un lavaggio approfondito ogni mese e mezzo presso un centro tricologico specializzato che mette a disposizione un servizio di lavaggio e lucidatura della parrucca.