Come preparare il nostro cuoio capelluto al trapianto di capelli?

Il trapianto di capelli è indubbiamente uno dei metodi più efficaci per affrontare problemi di caduta dei capelli e oggigiorno è praticato in tutta sicurezza con risultati comprovati e definitivi.

Come abbiamo avuto modo più volte di vedere, il trapianto di capelli è un intervento chirurgico al quale ci si sottopone dopo aver constatato l’idoneità della persona, con l’obiettivo rinfoltire una o più aree diradate. Si tratta di un tipo di intervento indicato soprattutto a chi è stata riconosciuta l’Alopecia cicatriziale, che causa l’inattività dei follicoli piliferi.

Come anticipato, tra i parametri da considerare per capire se la persona è adatta o meno al trapianto di capelli, vi sono le caratteristiche della zona donatrice. La definizione di questa è fondamentale per la riuscita del trapianto, infatti, non tutte le persone sono idonee se la zona in questione non risponde a determinati parametri ecco perché uno studio approfondito è indispensabile per raccogliere informazioni, fondamentali sono:

  • il numero di capelli che è possibile trapiantare;
  • il numero di capelli per unità follicolare;
  • il tipo di innesti;
  • il grado di miniaturizzazione dei capelli.

Prima del trapianto di capelli si deve preparare il cuoio capelluto? Come?

Prima di affrontare l’intervento è fondamentale trattare il cuoio capelluto per igienizzarlo in profondità e renderlo maggiormente elastico in vista della futura operazione. Si parte dal presupposto che se vi è stato un diradamento, il capello è sicuramente in condizione di eccesso di sebo, che compromette i capelli esistenti ed anche quelli nuovi che stanno per crescere ecco perché è così importante la pulizia della cute.

La cosa più adatta da fare sarebbe una cura prima di iniziare, ma se i tempi non lo permettono si può ricorrere all’uso di uno shampoo detossinante e/o più trattamenti di Ozonoterapia, quest’ultimo utilizza una macchina che emette vapore liberando i follicoli da grasso e impurità. L’ozono è una molecola che agisce in profondità e svolge un’azione detergente sul cuoio capelluto rimuovendo così squame e prurito dalla cute.

Sempre più spesso sono i chirurghi stessi a richiedere alcune sedute pre-intervento di Tricopress, ossia un espansore cutaneo che, attraverso un massaggio meccanico, permette di dare normalità immediata al cuoio capelluto, liberandolo dalla rigidità che è sorta in caso di diradamento, permettendo così il ripristino della microcircolazione sanguigna, condizione fondamentale per affrontare l’intervento.

Infine, prima di sottoporsi al trapianto di capelli si consiglia di consultare degli specialisti per raccogliere ulteriori info dettagliate su come preparare al meglio il proprio cuoio capelluto all’intervento ed eventualmente quali trattamenti seguire.