Il trapianto di capelli può ridurre la stempiatura?

Con il trapianto di capelli è possibile intervenire sulla zona delle tempie e riportarle alla normale densità di capelli? Ecco tutte le risposte!

Problemi di stempiatura? Quali sono le soluzioni al diradamento? Il trapianto di capelli può rinfoltire questa zona? Queste domande sono spesso rivolte in sede di informazioni ai nostri specialisti per capire se il trapianto di capelli possa essere una valida soluzione per problemi di questo tipo.

Una delle prime aree ad essere interessate dal diradamento è proprio la zona delle tempie, come dimostra la Scala di Hamilton. La linea frontale assomiglia pian piano ad una M con stempiatura sempre più arretrata e questo inizia a diventare un problema non solo estetico a cui porre rimedio.

Quali sono le cause dell’arretramento dell’area frontale?

I fattori scatenanti possono essere diversi e vanno indagati a fondo tramite un’anamnesi dello stato di cuoio capelluto e capelli, e dello stato di salute della persona stessa.

Tra le cause più comuni vi è l’alopecia androgenetica che è indotta dall’azione del Diidrotestosterone e rappresenta la manifestazione vera e propria della calvizie. Non tutti i casi però dipendono da questa, infatti, il livello di 5 alpha reduttasi può essere basso e non evolvere nella patologia sopradetta per cui è chiaro che un attento studio alla base è fondamentale.

Ci sono anche altri fattori che possono concorrere ad aggravare il fenomeno di stempiatura come ad esempio:

In tutti questi casi è opportuno intervenire con trattamenti specifici e uso di prodotti igienici con modalità e frequenze personalizzate poiché normalizzare il cuoio capelluto significa riportare nella norma anche l’attività follicolare e quindi il ciclo di crescita e sviluppo del capello.

Quali sono i rimedi più efficaci?

Quando si affronta un problema di stempiatura una delle soluzioni più valide è il trapianto di capelli che deve però essere supportato da trattamenti topici utili a stimolare l’attività follicolare, pulire e riattivare la microcircolazione cutanea.

Il trapianto di capelli sopperisce a problemi di questo tipo e va a rispristinare la naturale linea frontale della persona. Tramite l’espianto sezionale e l’impianto di singole unità follicolari è consigliata la tecnica FUE, perché precisa e permette di ricreare la densità delle zone limitrofe. Come per tutte le operazioni di questo tipo si dovrà attendere qualche mese per osservare il completo rinfoltimento dell’area e valutare i risultati ottenuti che, nella maggioranza dei casi, sono più che soddisfacenti.