Parrucca post terapia: un valore aggiunto!

La parrucca post terapia rappresenta un valore aggiunto per le donne? Vediamo come!

Ottobre è il mese della prevenzione del cancro al seno, che si manifesta attraverso la condivisione di tanti nastri rosa, nel web e nella vita di tutti i giorni, e incontri con testimonianze di persone che hanno lottato contro questa malattia, uscendone vincenti.

Spesso una delle cure cui si devono sottoporre le donne è la chemioterapia che causa diverse conseguenze, tra cui anche la temporanea caduta dei capelli. Per sopperire al disagio psicologico ed estetico provocato dalla perdita della chioma l’acquisto di una parrucca può essere d’aiuto. È dimostrato che indossare la parrucca per una donna equivale ad un aumento della propria autostima e fiducia in se stessa e per questo può essere assimilata ad un dispositivo medico. I benefici dell’uso della parrucca sono molteplici e, in particolare, rappresenta un aiuto per le donne che devono affrontare questo delicato momento e che possono riconoscere la propria immagine allo specchio.

Come scegliere e indossare una parrucca post terapia?

È importante sottolineare che prima di indossare una parrucca post terapia è necessario tagliare i capelli rimasti o rasarli, questo servizio può essere fatto direttamente nel centro tricologico dove si effettua l’acquisto oppure dal proprio stylist. Questo attenua in parte lo shock della caduta dei capelli e permette una ricrescita futura dei capelli più equilibrata.

Esistono molti modelli di parrucche post terapia che permettono a tutte di scegliere l’acconciatura, il taglio e colore desiderati. È necessario rivolgersi ad un centro tricologico di fiducia per farsi consigliare nella scelta della parrucca giusta da personale specializzato. Inoltre, c’è chi consiglia di puntare su tagli corti di parrucche per rendere il passaggio della ricrescita dei capelli meno invasivo. Le parrucche post chemio devono avere principalmente determinate caratteristiche quali, essere:

  • anallergiche;
  • traspiranti;
  • leggere.

Le parrucche in fibra sono particolarmente adatte e rispettano gli standard di cui sopra, inoltre, non richiedono acconciatura poiché il capello mantiene la piega originaria anche dopo il lavaggio. Una volta lavata la parrucca post terapia è sufficiente lasciarla asciugare su una testina all’aria senza usare phon che la potrebbe rovinare, il troppo calore può danneggiare la fibra seccandola o addirittura bruciandola irreparabilmente. Per avere maggiori indicazioni sull’igienizzazione della parrucca post terapia e la sua manutenzione si consiglia di rivolgersi a specialisti in materia.

Esiste una parrucca post terapia adatta a tutte, basta solo trovare quella giusta e si affronteranno con maggiore serenità momenti difficili!