Parrucca: quanto è importante la lucidatura?

Come mantenere bella la parrucca nel tempo? Quali sono i trattamenti da fare? A chi rivolgersi?

L’acquisto della parrucca è un momento particolarmente delicato e, sotto certi risvolti, impegnativo, perché la persona deve poter scegliere la tipologia che più le è adatta e con cui si sente meglio. I motivi per i quali si acquista una parrucca sono diversi, tra questi:

  • per supplire a un disagio estetico dovuto alla caduta dei capelli (alopecia, terapie farmacologiche, e altro);
  • per rinnovare il proprio look.

Una volta proceduto con l’acquisto della parrucca e averla indossata in varie occasioni, prendersi cura di questa nel modo giusto è fondamentale, ecco perché il lavaggio è di primaria importanza. Non tutti sono a conoscenza che alcuni gesti sbagliati durante il lavaggio potrebbero compromettere la fibra della parrucca e rovinarla.

Oltre al semplice e cadenzato lavaggio, per rimuovere sudore e residui di prodotti estetici, è importante anche sottoporre la parrucca a un trattamento specifico per mantenerla brillante. Con il tempo e l’uso, infatti, la parrucca, sia sintetica sia naturale, tende a perdere un po’ di lucentezza e ad apparire spenta ecco perché necessita di una lucidatura, non si tratta di un semplice lavaggio ma attraverso dei macchinari appositi viene lucidata e ulteriormente igienizzata. Questo permette alla vostra parrucca di durare più a lungo. La parrucca, infatti, è un investimento che si mantiene nel tempo ed è quindi necessario prendersene cura nel modo adatto, seguendo delle semplici regole consigliate dagli esperti del settore.

A chi rivolgersi per avere questo servizio?

È sufficiente rivolgersi a un centro tricologico specializzato dove il personale esperto potrà offrire tutta l’assistenza di cui si necessita. È importante specificare che quest’operazione non può essere fatta a casa perché sono necessari dei macchinari appositi e degli esperti per realizzarla e che si suggerisce di compiere la lucidatura almeno 1 volta al mese.

 

Photo Credit: comefare.donnamoderna.com