Problemi capelli: come combattere la forfora secca?

Avete problemi di forfora secca? Come eliminarla? Ecco qualche suggerimento utile!

La forfora è un inestetismo del cuoio capelluto che si manifesta con piccole scaglie biancastre che si depositano su cute e capelli, rendendo il fenomeno ben visibile a occhio umano. Esistono alcune tipologie di forfora, c’è quella secca, quella grassa, quella dovuta alla dermatite seborroica e altre.

Per risolvere il problema in maniera definitiva è importante in primis individuare di che tipo di forfora si tratta e da cosa è causata. Per avere maggiori informazioni è opportuno rivolgersi a esperti del settore, a un buon centro tricologico, per una prima analisi dello stato di salute del proprio cuoio capelluto e individuare quali sono i fattori che hanno portato all’insorgere del fenomeno.

Nello specifico, analizzando una delle tipologie di forfora citate:

Che cos’è la forfora secca?

In determinate circostanze la nostra cute si può presentare secca e con forfora secca visibile, di che cosa si tratta? Quando assistiamo alla combinazione di questi due fattori la chioma appare disseminata di squame fine, secche e di colore bianco, in alcuni casi il fenomeno può essere accompagnato anche da prurito al cuoio capelluto.

La condizione di secchezza della cute favorisce la creazione di forfora secca che è dovuta all’accelerazione del ricambio cellulare della cute stessa. Le cellule, infatti, muoiono precocemente, si compattano aggregandosi tra loro e si staccano dando vita al fastidioso fenomeno della forfora secca.

In alcune condizioni la mancanza del mantello idrolipidico non garantisce alla cute la funzione auto sterilizzante che di norma si riscontra su un cuoio capelluto sano. Di conseguenza, tale situazione può essere l’habitat perfetto per il proliferare di microrganismi patogeni e infezioni.

Come curare la forfora secca?

Come anticipato, per eliminare la forfora secca è fondamentale indagare quali sono le cause responsabili e questo si può fare solo affidandosi a degli specialisti, tramite una visita e verifica dello stato di salute del cuoio capelluto. Una volta stabilite le cause, si potrà agire e individuare una cura che vada ad agire direttamente su questi fattori.

Un altro parametro da valutare è l’importanza del fenomeno, se sia lieve oppure abbondante. Nel primo caso potrà essere sufficiente intervenire utilizzando adeguati prodotti igienici come shampoo non aggressivi ed effettuare frequenti lavaggi dei capelli, anche tutti i giorni se necessario. Se invece il fenomeno dovesse essere più abbondante, l’uso di shampoo antiforfora specifici potrebbe essere la soluzione. Questi devono contenere determinati principi attivi come ad esempio:

  • Zinco piritone –> azione antibatterica e antimicotica;
  • Solfuro di selenio –> rallenta la morte delle cellule;
  • Catrame di carbone –> riduce il ricambio cellulare dove alterato.

Queste tipologie di prodotti devono essere alternate con altri prodotti igienici più delicati e abbinati all’uso di un balsamo, che non contenga siliconi e parabeni, per idratare e mantenere morbide le lunghezze.

Infine, si può concludere che il problema della forfora può essere eliminato seguendo una terapia adatta che vada ad agire e rimuovere le cause che hanno scatenato il fastidio.

Consiglio: è meglio non eccedere con prodotti estetici per capelli come lacca e gel, perché i residui possono depositarsi su cuoio capelluto e capelli intossicando la cute.

Photo Credit: www.tantasalute.it


Deprecated: related_posts è deprecata dalla versione 5.12.0! Al suo posto utilizza yarpp_related. in /var/www/vhosts/cadutadeicapelli.net/httpdocs/wp-includes/functions.php on line 4859