Protesi per capelli: qual è la frequenza per la manutenzione?

La protesi per capelli necessita di una manutenzione ed igienizzazione periodica, vediamo assieme quali sono i gesti e le tempistiche da rispettare!

Come abbiamo più volte visto, la protesi per capelli è una delle soluzioni migliori per problemi di diradamento e calvizie, sia per uomini che per donne, i vantaggi di portare l’infoltimento sono molteplici tra cui la facilità di gestione, la non invasività e il risultato naturale.

Per mantenere la protesi per capelli in buono stato e integrarla con i propri capelli in modo naturale è importante prendersene cura nella maniera corretta, vediamo come!

È opportuno premettere che, come tutte le cose, l’infoltimento non può durare in eterno poiché fisiologicamente i materiali, con lo scorrere del tempo e l’uso, si consumano ma se si seguono delle semplici regole lo si può mantenere in ordine più a lungo.

La protesi per capelli come sappiamo è composta da parti con determinate caratteristiche che possono usarsi nel tempo, vediamo quali sono:

  • Tipo di base;
  • Tipologia di capello;
  • Densità dei capelli;
  • Scelta dell’ancoraggio.

Da cosa dipende la durata della protesi per capelli?

La durata della protesi è variabile e dipende da diversi fattori anche eterogenei tra loro, tra cui:

  • La manutenzione periodica dell’infoltimento;
  • Utilizzo di prodotti igienici appositi;
  • Lo spessore della base;
  • Il tipo di ancoraggio;
  • L’uso e la cura.

Come anticipato, la protesi per capelli può rovinarsi e consumarsi non solo per la tipologia di materiali che la compongono, oggi si fanno protesi sempre più leggere e impercettibili che però non richiedono una cura più intensa di quelle passate, ma anche per ripetuti gesti meccanici ed un utilizzo improprio, però l’igienizzazione periodica e la corretta manutenzione garantiscono una maggior durata.

Qual è la frequenza di manutenzione?

Igienizzare la protesi per capelli è fondamentale per rimuovere residui di sudore acido, tappi di grasso ed altre sostanze che vi si depositano quotidianamente, e salvaguardare così l’integrità dei materiali che la compongono.

La manutenzione periodica risiede nei gesti che devono essere fatti con periodicità, come il lavaggio della protesi, la sua pulizia profonda e sterilizzazione.

Per il lavaggio dell’infoltimento si consigliano shampoo, prodotti emollienti e condizionanti specifici, ad esempio l’utilizzo di cheratine naturali per idratare il fusto del capello e di un ristrutturante che abbia funzione filmogena contro gli agenti esterni. Utilizzando prodotti giusti sarà possibile mantenere in buono stato la base e rendere i capelli lucidi e morbidi.

Il consiglio del nostro esperto è di lavare l’infoltimento almeno 2 volte la settimana per mantenere la corretta pulizia di cuoio e capelli e di recarsi una volta al mese presso un centro specializzato per la pulizia ed igienizzazione profonda della protesi che consiste in una sterilizzazione dei materiali, eventuale rigenerazione del colore dei capelli con macchinari e sistemi appositi.