Prurito in testa? Cause e rimedi

La sensazione di prurito non ti da pace? Ecco perchè non sottovalutarlo

Troppo spesso si sottovaluta la sensazione di prurito al cuoio capelluto.

Dalla nostra esperienza il prurito può essere indice di fenomeni molto pericolosi per la salute del capello e, quasi sempre, precede le tricopatie, le malattie del cuoio capelluto che portano alla caduta dei capelli e al diradamento.

Il prurito di breve durata

Bisogna distinguere il prurito effimero e di breve durata da quello persistente e patologico. Il prurito di breve durata può essere causato da intossicazioni alimentari, da assunzioni di farmaci, da allergie o da trattamenti scorretti come, ad esempio, tinte, stirature o permanenti.

Una volta scoperta la causa , il prurito di breve durata regredisce autonomamente o, in casi particolari, con l’aiuto del medico.

Il prurito patologico

Diverso, e ben più pericoloso, è il prurito dettato da comportamenti sbagliati che si susseguono nel tempo per abitudine. Alla base di tutti si individuano i lavaggi sbagliati e poco frequenti ai capelli e al cuoio capelluto.

Questo tipo di comportamento si riscontra comunemente in:

  • Persone con capelli secchi. La secchezza, causata dalla poca idratazione, genera capelli che hanno la tendenza a spezzarsi facilmente e, per evitare a priori questo fenomeno, i soggetti iniziano a non lavare né il cuoio capelluto nè le lunghezze. Da qui il fenomeno si interseca con il secondo caso.
  • Persone che non lavano a sufficienza il cuoio capelluto. Quando viene a mancare la pulizia adeguata si forma uno strato di cellule morte che compromette l’ossigenazione del capello, la corretta idratazione ed il nutrimento. A causa di questa cattiva abitudine le tossine, che vengono naturalmente prodotte dal cuoio, vengono trattenute creando un’intossicazione.

In particolare nel secondo caso, dopo anni di esperienza nel settore, abbiamo riscontrato l’insorgere di un fenomeno che ci piace definire “cane che si morde la coda”. Nello specifico quando i capelli iniziano ad assottigliarsi per poi cadere e diradarsi, i soggetti con prurito iniziano a lavare ancor meno frequentemente la chioma per paura che questo peggiori la caduta.

In realtà la riduzione dei lavaggi ai capelli è la reale causa del peggioramento della caduta.

I rimedi di Prontocapelli

La migliore soluzione è fare una visita tricologica per stabilire la causa ed la gravità del prurito.

In base alla diagnosi può bastare un nuovo shampoo con modalità d’uso personalizzate o, in alternativa, adottare l’ausilio di macchinari e trattamenti specifici che vanno eseguiti fino alla scomparsa del fenomeno. Il trattamento più consigliato è l’ozonoterapia.

Qui da Prontocapelli non esiste un caso standard ma ogni persona viene trattata secondo le proprie caratteristiche. Viene a scoprire come prenotando una prima consulenza gratuita.


Deprecated: related_posts è deprecata dalla versione 5.12.0! Al suo posto utilizza yarpp_related. in /var/www/vhosts/cadutadeicapelli.net/httpdocs/wp-includes/functions.php on line 4861