Dermatite e forfora: cosa sono e come riconoscerle.

Dermatite seborroica e forfora: facciamo chiarezza su cosa sono e su come riconoscerle. Molto simili all'apparenza, ma scambiarle potrebbe essere fatale per i nostri capelli.

L’obbiettivo dell’articolo di oggi è fare chiarezza. Facciamo chiarezza tra due fenomeni tanto comuni, quanto all’apparenza simili, ma che non distinguere potrebbe aggravare: la dermatite seborroica e la forfora.

Cosa sono?

La dermatite seborroica è un’anomalia del derma, e può interessare non solo la cute, ma anche le sopracciglia, le ascelle, schiena, viso e inguine. Si manifesta come un infiammazione che colpisce queste zone provocando arrossamento, la formazione di squame giallastre o bianche, crosticine e il cuoio può dolere, contemporaneamente vi è un eccesso di produzione di sebo.

La forfora invece è, più semplicemente, uno stato anomalo della cute che provoca il formarsi di squamette biancastre e secche sulla cute.

Da cosa sono provocate?

Queste anomalie dei capelli hanno alcune cause comuni ed alcune peculiari.

La dermatite seborroica e la forfora, possono essere provocate da stress, problemi intestinali, alimentazione ricca di grassi saturi, l’abuso di shampoo aggressivi, di lacche e di gel.

La dermatite seborroica può, inoltre, avere sia una componente genetica di anomalie del sistema immunitario e di produzione ormonale, che sfocia nella iper-produzione di sebo.

La forfora invece è causata da un ricambio troppo veloce delle cellule epiteliali, che provoca una continua desquamazione in larga scala, che porta all’ostruzione dei follicoli.

Entrambi i disturbi non sono contagiosi, o derivanti da virus e non è quindi possibile la trasmissione tramite contatto.

Quali sono le principali differenze tra la dermatite seborroica e la forfora?

La dermatite seborroica e la forfora hanno due tipi di manifestazioni solo all’apparenza simili, infatti, mentre la dermatite seborroica è un infiammazione del cuoio capelluto, la forfora è una desquamazione di esso. Non facciamoci trarre in inganno dalla più comune manifestazione, la desquamazione, ossia trovare un po’ di scagliette bianche sulle spalle; la differenza tra le due patologie sta nelle sue manifestazioni più profonde.

Per captare la differenza tra l’una e l’altra è però necessario rivolgersi ad un occhio esperto. La fase della diagnosi è la più delicata, in quanto una cura per l’altra malattia potrebbe provocare l’aggravarsi della situazione e l’aumento dello squilibrio del cuoio capelluto.

Queste patologie provocano la caduta dei capelli?

La dermatite seborroica non è causa diretta della caduta dei capelli, può diventarlo se non curata a dovere, ma non è una delle cause note della calvizie.

La forfora, invece, ostruendo la cute e i follicoli, è una delle principali cause della caduta dei capelli, in quanto questi sono intasati dalla formazione della pelle secca e si indeboliranno fino a cadere via.

Cosa fare quando percepiamo i primi sintomi di una queste patologie?

Le cose principali da fare, appena ci rendiamo conto di avere uno dei sintomi che potrebbero ricondurre alla dermatite seborroica o la forfora, sono due: chiamare un tricologo, per un’analisi approfondita del capello e, nel mentre, tenere il più pulito possibile la vostra cute, lavandole quotidianamente con uno shampoo delicato.

 

Photo Credit: beauty.pianetadonna.it/


Deprecated: related_posts è deprecata dalla versione 5.12.0! Al suo posto utilizza yarpp_related. in /var/www/vhosts/cadutadeicapelli.net/httpdocs/wp-includes/functions.php on line 4861