Fare la tinta accentua il problema della caduta dei capelli?

La tinta è da evitare se si soffre di caduta ai capelli? Chiediamolo all’esperto!

Le donne che affrontano la problematica della caduta dei capelli, nella maggior parte dei casi, si trovano ad affrontare due importanti questioni: la prima legata allo sconforto di perdere i capelli e, la seconda, di dover andare in giro con la ricrescita bianca.

CADUTA DEI CAPELLI: MITO DA SFATARE

In molti pensano che la tinta sia sconsigliata in una situazione tricologica già alterata ma, non è sempre vero.

Prontocapelli da sempre affronta questa tematica con estrema delicatezza spiegando che non è possibile dare una risposta valida per tutti.

Tra i valori da tenere in considerazione per capire se è il caso di tingere i capelli, o meno, abbiamo:

  • tipologia di tinta
  • composizione della tinta
  • situazione tricologica pre-esistente

COSA PREOCCUPA DELLA TINTA?

Tutte le tinte, anche quelle più naturali, hanno la tendenza a seccare sia i capelli, che il cuoio capelluto. Alle cuti particolarmente secche, e che stanno seguendo una cura detossinante, proponiamo la tinta senza ammoniaca e senza acqua ossigenata per evitare di incrementare maggiori danni.

CADUTA DEI CAPELLI E TRICOLOGIA

La soluzione migliore, secondo l’esperto, è di utilizzare le tinte tricologiche pensate da laboratori specializzati esattamente per queste problematiche. Le tinture in questione sono leggere e rispettano l’equilibrio del cuoio capelluto senza danneggiarlo.

Il nostro consiglio è di rivolgersi ad un centro tricologico per una valutazione: saranno gli esperti ad indirizzarti verso la soluzione migliore per te e per i tuoi capelli.