I capelli dei neonati

La cura dei capelli di un neonato a volte può essere messa in secondo piano viste le tante preoccupazioni che ricadono sui neo-genitori nei primi mesi di vita del bambino. Tuttavia, è un aspetto da non sottovalutare e il momento dello shampoo deve diventare un'esperienza piacevole così da farlo sentire a suo agio. La cute del bambino va detersa con shampoo delicati e neutri. Ecco come fare ...

La cura dei capelli del neonato è essenziale ed è importante rendere il momento dello shampoo una esperienza piacevole per il vostro bimbo.

Secondo gli esperti, i bambini sviluppano tutti i follicoli piliferi nei primi sei mesi di permanenza nel grembo materno. Talvolta si può addirittura notare una leggera crescita di capelli dall’ecografia. Ad ogni modo, c’è una grande variabilità nella quantità di capelli che un bimbo può avere alla nascita, infatti, alcuni nascono già con una folta e robusta capigliatura, altri quasi completamente privi di capelli. I genitori di neonati senza, o con pochi, capelli non devono preoccuparsi: ricordatevi che ogni bambino si sviluppa in modo diverso e la crescita dei capelli di vostro figlio raggiungerà presto quella degli altri bambini.

Nella maggior parte dei casi, al momento della nascita i bimbi hanno una soffice peluria sulla testa. Entro alcuni mesi questa peluria iniziale lascia il posto ad una capigliatura fatta di capelli più spessi. Anche se il vostro bambino continua a non avere molti capelli durante il primo anno di vita, è comunque importante mantenere pulito il suo cuoio capelluto per aiutare la crescita dei capelli. . Alcuni sostengono che rasare i pochi capelli presenti possa favorire la crescita di una capigliatura piena e più forte. Non c’è nessuna prova di questo. Tutt’al più si può avere l’impressione che i capelli crescano più velocemente.

Può capitare che sul cuoio capelluto del vostro bambino si presentino chiazze rosse e pelle squamosa. Questo fenomeno è conosciuto con il nome di “crosta lattea” ed è generalmente normale. A volte il vostro dottore può consigliare una pomata a base di cortisone, ma nella maggior parte dei casi il problema può essere risolto con il lavaggio regolare e l’uso di uno shampoo delicato adatto ai bambini.

A volte ci si può anche preoccupare notando che il bambino può avere meno capelli nella zona della nuca. Questo fenomeno è abbastanza diffuso tra i neonati e dipende essenzialmente dalla posizione assunta nella culla. Il consiglio è quello di cambiare spesso la posizione del neonato durante il sonno per favorire la crescita dei capelli. Normalmente il bambino durante il sonno tenderà a girarsi verso la mamma in maniera naturale. Cercare di ruotare la posizione del bambino di notte in notte, favorirebbe anche la crescita dei capelli nelle zone che si appoggiano più spesso al cuscino.

Quando ci si prende cura dei capelli di un neonato la cosa più importante è ricordarsi di essere estremamente delicati. Dato che i bimbi di questa età hanno pochi capelli, non c’è alcun bisogno di lavarli tutti i giorni. Basta farlo quando è necessario o lasciar passare un po’ di giorni tra un lavaggio e l’altro. Ricordatevi inoltre di essere molto cauti quando toccate le zone molli della testa del bambino. Una buona idea è quella di pettinare dolcemente il vostro bimbo prima dello shampoo, per rimuovere più facilmente impurità e grovigli.

La scelta dello shampoo è un altro aspetto importante per i neo-genitori. Molti scelgono shampoo speciali per bambini che non irritano gli occhi. Questi prodotti sono senza solfati, sostanze che si trovano nella maggior parte degli shampoo per adulti. Bisogna però considerare che gli shampoo per bambini hanno di solito un pH più elevato, che può favorire cresposità e ruvidità nella capigliatura. Una opzione possibile in questo caso è quella di usare uno shampoo specifico per bambini quando vostro figlio è ancora molto piccolo e i suoi capelli sono corti, per passare in seguito ad uno shampoo ultra-delicato via via che i suoi capelli crescono.

Il consiglio più diffuso è proprio quello di considerare i capelli del neonato come “provvisori” e quindi di non preoccuparsi eccessivamente. In caso di evidenti irritazioni o situazioni particolari è bene affidarsi ai consigli di un medico.