I capelli possono identificarci geneticamente?

I capelli ci possono identificare geneticamente? Ecco qualche risposta!

I capelli sono in grado di identificarci geneticamente, infatti, le proteine che li costituiscono, sono una carta d’identità biologica, come il DNA. Questo nuovo sistema può diventare uno strumento utile alla polizia e alla scienza archeologica, quando l’identificazione tramite il DNA non fosse possibile.

Lo studio è stato realizzato dall’equipe di lavoro del Lawrence Livermore National Laboratory in California e, pubblicato su Plos One, getta le basi per un rinnovamento delle tecniche di analisi biologica nella scienza forense e in quella archeologica.

Lo studio del sequenziamento genetico si può effettuare anche su DNA vecchi di centinaia di migliaia di anni, ma solo in presenza di determinate condizioni, qualora si danneggiasse per cause di tipo ambientali, dovute alla temperatura, al ph e/o alla presenza di acqua, batteri e microrganismi, questo diventerebbe inutilizzabile. I capelli invece sono, al pari di ossa e denti, strutture molto resistenti, la loro robustezza deriva dall’alta concentrazione di legami intermolecolari presenti nelle ca 300 proteine contenute per capello.

Le proteine si costruiscono sulla base d’informazioni genetiche provenienti dal DNA, per questo quando avviene una mutazione genetica, si possono individuare anche lievi variazioni nella sequenza di molecole di amminoacidi che compongono le proteine. Gli studiosi sono riusciti a sviluppare una tecnica in grado di rompere la sequenza proteica, indicando decine di variazioni genetiche nei capelli di due gruppi:

  • uno di 76 persone vive;
  • e un altro di altre decedute nel periodo 1750 e il 1850.

L’analisi ha verificato che alcune di queste mutazioni sono molto rare e si possono riscontrare soltanto in 1 individuo ogni 12.500.

Ecco perché l’analisi del capello può essere molto importante per il progredire di scienze come l’archeologia, in quanto si potrà attingere a maggiori informazioni sulle epoche passate e ricostruire la storia avendo maggiori elementi a disposizione.

 

Photo Credit: clinicaireos.com