I pidocchi si annidano tra i capelli

I capelli, così come altre parti del corpo, possono essere il nido ideale per i pidocchi. Cosa fare, dunque, quando si è infestati dai pidocchi? Ecco alcune soluzioni al problema e dei consigli per starne alla larga.

I pidocchi sono dei piccoli insetti parassiti, che vivono mediamente 1-3 mesi e si nutrono di sangue umano e sebo attraverso delle piccole punture che provocano irritazione e forte prurito.

I pidocchi sono grandi circa 2-4 millimetri e possono infestare il capo, il corpo in generale ed il pube. Naturalmente è molto facile trovare questi parassiti in grandi comunità e sopratutto in luoghi frequentati da molte persone.

Le femmine depositano 250/300 uova dette lendini in un mese che si attaccano al capello con una sostanza collosa. Le uova si schiudono in 7-10 giorni.

Nel cuoio capelluto si possono trovare contemporaneamente pidocchi adulti e uova. I pidocchi contrariamente alle credenze popolari non volano e non possono spostarsi se non con un contatto ravvicinato di qualche secondo.

I pidocchi si manifestano con un intenso prurito al capo. Come già detto sono insetti molto piccoli, di colore grigio-biancastro, e le cui uova sono più piccole della testa di uno spillo.

I punti della testa in cui i pidocchi e le uova si annidano più facilmente e più spesso sono: dietro le orecchie, nuca e tempie.

Di fondamentale importanza è non confondere le uova con la forfora. Per vedere subito la differenza basta agitare i capelli o utilizzare il pettine passandolo tra i capelli, le uova rimangono ben ancorate, invece la forfora si solleva immediatamente.

Per curare questa patologia si deve scegliere la cura antipeducolosi più adatta. I trattamenti si basano principalmente sull’utilizzo topico di shampoo, lozioni e creme. Attenzione perchè in commercio ci sono preparati contenenti prodotti antiparassitari e insetticidi, che presentano un certo livello di tossicità e che possono provocare reazioni allergiche.

La cura deve essere protratta per un certo periodo di tempo e possono non essere sufficienti alcune settimane, il metodo migliore per eliminare definitivamente le uova sembra essere la rimozione manuale.

Esiste anche un nuovo pidocchio che viene chiamato mutante. I pidocchi sono capaci di evolversi da generazione a generazione; questa mutazione può impedire ai tradizionali trattamenti di essere efficaci al 100 per cento. Sempre più frequentemente, come è accaduto in Usa, Inghilterra e in Italia, i pidocchi sembrano sviluppare meccanismi di resistenza nei confronti degli insetticidi, cosicchè i trattamenti risultano inefficaci.

I consigli da seguire sono: disinfettare le lenzuola, gli abiti, i tessuti che sono stati a contatto con i pidocchi lavandoli a 60 gradi. Se non si può lavare tutto è opportuno chiudere per due settimane i tessuti in un sacchetto di plastica.
Aspirare divani, poltrone e cuscini e gettare via il sacchetto dell’aspirapolvere.
Evitare di scambiare oggetti personali, come salviette, pettini ecc.
Non è necessario tagliare i capelli a zero.