Il benessere dei capelli inizia dall’alimentazione

Per mantenere i capelli in salute è importante fare attenzione all’alimentazione: il giusto mix di nutrienti a tavola è il primo passo per il benessere dei capelli e aiuta a prevenirne la caduta.

Il principio è quello del “nutrire i capelli dall’interno”: per avere capelli sani e forti non bastano le cure quotidiane e l’utilizzo di prodotti mirati, ma è fondamentale iniziare sin dalla tavola a garantire la salute della nostra chioma.

Le carenze alimentari oppure una dieta non correttamente bilanciata, infatti, possono essere causa d’inaridimento, indebolimento e persino di caduta eccessiva dei capelli.

La caduta di capelli è un normale processo fisiologico di ricambio della capigliatura: per le chiome più folte, se ne può arrivare a perdere fino a un centinaio al giorno. Il ciclo di crescita, caduta e ricrescita, infatti, si ripete nel corso della vita dell’individuo per circa venti volte.

Diventa, invece, un fenomeno patologico quando il rapporto fra capelli in fase di crescita e capelli in fase di involuzione, o prossimi alla caduta, si sbilancia in favore di questi ultimi: in questo caso, si può trattare di un fenomeno permanente, da affrontare con il supporto di un esperto, oppure di una manifestazione transitoria legata a stress psicologico o ambientale e, non da ultimo, ad un’alimentazione trascurata.

Del resto, il capello è composto per la maggior parte da proteine, tra cui la cheratina: i suoi due amminoacidi essenziali – la cistina e la lisina – non vengono sintetizzati dal nostro organismo, ragion per cui devono essere assunti attraverso il cibo o sotto forma d’integratori. Se ciò non avviene, si verificano degli scompensi che portano all’indebolimento del bulbo pilifero.

Per mantenere i capelli sani e robusti, occorre, quindi, garantire il giusto apporto di nutrienti e, in particolare, di proteine, vitamine e minerali.

Proteine

Carni rosse, uova e pesce sono una preziosa fonte di aminoacidi: consumare almeno 2/3 porzioni a settimana di questo tipo di proteine permette di conferire volume e resistenza alla corteccia del capello.

Vitamine

Un adeguato mix vitamine, in particolare quelle del gruppo B, fa sì che si migliori lo stato di salute generale del capello.

  • vitamina A (contenuta nel tuorlo d’uovo, nei pesci grassi, nelle verdure a foglia verde, nel fegato): aiuta a proteggere il cuoio capelluto;
  • vitamina E (presente negli oli vegetali e nei cereali integrali): contrasta i radicali liberi, responsabili del deterioramento cellulare;
  • vitamina B2 (assimilabile attraverso uova, latticini, broccoli e fagiolini): regola la produzione di sebo e favorisce il ricambio cellulare;
  • vitamina B4 (si trova nella carne, nei cereali, nelle patate, nel tuorlo d’uovo e nei pomodori): ottimizza l’attività dei follicoli piliferi;
  • vitamina B5 (presente nelle uova, nelle arachidi, nei funghi, nel fegato e nei broccoli): contribuisce alla robustezza del fusto e accelera la ricrescita dei capelli.

Minerali

Ferro, rame, magnesio, zinco e zolfo sono oligoelementi essenziali per il benessere del cuoio capelluto e per mantenere il capello robusto, nutrito e brillante. Per assicurarsene il giusto apporto, è importante osservare un regime alimentare quanto più possibile variegato, che includa carne, pesce, cereali, verdura e frutta (fresca e secca).

In alcuni casi, può essere utile ricorrere a degli integratori specifici; in generale, però, con un po’ di attenzione all’alimentazione ed uno stile di vita sano (anche il fumo, non dimentichiamolo, è un nemico della salute dei capelli e ne favorisce la caduta) si può prolungare nel tempo il benessere dei nostri capelli.