Iperidrosi e capelli: di cosa si tratta?

Come risolvere il problema dell'Iperidrosi e dell'eccessiva sudorazione del cuoio capelluto? Lo scopriamo insieme analizzando il problema da diversi punti di vista.

L’iperidrosi deriva principalmente dall’eccessiva sudorazione e talvolta può localizzarsi in aree ben definite del corpo, come il cuoio capelluto. In particolare le persone soggette a questa sudorazione superiore alla norma lamentano di aver provato infinite cure e prodotti adatti allo scopo senza ottenere nessun miglioramento.

Generalmente è bene rivolgersi sempre ad un esperto tricologo al fine di non confondere l’iperidrosi con l’eccesso di sebo che talvolta può tranquillamente coesistere con il problema dell’eccessiva sudorazione. Il sebo infatti viene prodotto dalle ghiandole sebacee e il sudore, dalle ghiandole sudoripare. Queste due non sono comunque collegate, ne tra di loro, ne con il follicolo pilifero. La produzione di queste ghiandole può essere legata a diversi fattori: anzitutto per fattori genetici, ovvero costituzionali, ma anche per fattori ormonali, quali gli ormoni androgeni, oppure ancora per fattori emozionali. E’ noto infatti che i soggetti ansiosi spesso sudano di più ed hanno la cute più grassa rispetto alla norma. Inoltre anche stimoli meccanici, quali il passare frequentemente le dita fra i capelli, le spazzolature e l’uso del phon stimolano in particolare le ghiandole sebacee e favoriscono una maggiore diffusione del sebo lungo il fusto; e così anche i capelli lunghi stimolano una maggiore produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee.

Comunque queste problematiche si combattono con una buona igiene del cuoio capelluto effettuando dei lavaggi frequenti con detergenti molto delicati, oppure eseguendo dei peeling con frequenza settimanale, oppure ancora, lavando i capelli 2-3 volte alla settimana con prodotti lievemente sgrassanti, seguiti dall’applicazione di lozioni seboequilibranti.


Deprecated: related_posts è deprecata dalla versione 5.12.0! Al suo posto utilizza yarpp_related. in /var/www/vhosts/cadutadeicapelli.net/httpdocs/wp-includes/functions.php on line 4861