L’acqua salata può rovinare i capelli? Ecco come curarli!

Come prendersi cura dei propri capelli una volta rientrati dalle vacanze al mare? Ecco i consigli del nostro esperto!

L’estate è ormai agli sgoccioli, il sole, la salsedine e il vento hanno messo a dura prova i nostri capelli ed è ora di iniziare a pensare a come prendersene cura nel modo giusto anche una volta rientrati dalle vacanze.

L’acqua salata, infatti, può influire negativamente sui capelli, rendendoli molto secchi, fragili e tendenti allo spezzamento ma può avere nello stesso tempo anche effetti benefici poiché ha proprietà esfolianti per il cuoio capelluto e contribuisce a rimuovere la pelle secca.

Vediamo assieme come salvaguardare i nostri capelli dai danni dell’acqua salata! È, infatti, importante prendersene cura durante le vacanze ma anche dopo.

Come proteggere i capelli dall’acqua di mare?

È bene salvaguardare i capelli dagli effetti negativi dell’acqua salata per questo seguendo qualche semplice consiglio è possibile ridurre i danni.

Si consiglia dopo ogni bagno in mare di sciacquare i capelli con acqua dolce per rimuovere il sale che contribuirà a disidratare la capigliatura. Inoltre, prima di andare in spiaggia e dopo ogni bagno è opportuno applicare sulle lunghezze un prodotto protettivo per mantenere i capelli idratati.

Come curare i capelli dopo l’estate?

Come anticipato, seguire gli accorgimenti sopraddetti in spiaggia è importante per ridurre gli effetti negativi dal sale ma è consigliabile intervenire anche una volta tornati dalle vacanze per rigenerare i nostri capelli prestando attenzione a semplici gesti e utilizzando prodotti specifici.

La soluzione, nella maggior parte dei casi, è di tipo cosmetologico quindi agendo sulle modalità e frequenza dei lavaggi e applicando lozioni adatte. È preferibile usare shampoo non aggressivi ed eccessivamente sgrassanti poiché rimuoverebbero il sebo protettivo del capello. Sono indicate, invece, le cheratine naturali da applicare sia sul cuoio capelluto sia sui capelli con l’obiettivo di nutrire i capelli appena nati. Diversamente è sconsigliato l’uso di un balsamo commerciale che contenga silicone e impermeabilizzi il capello impedendo l’assorbimento così di prodotti curativi.

Infine, se nonostante i suggerimenti dati, i capelli dovessero presentarsi eccessivamente secchi e soggetti a rottura si consiglia di consultare uno specialista presso un centro tricologico per una prima analisi dello stato del capello e seguire un trattamento adeguato al problema.