L’olio di Argan sui Capelli: come funziona e come usarlo

Lo sentiamo nominare ovunque e lo vediamo ormai scritto dappertutto, ma come funziona l'olio di Argan e come può aiutare i nostri capelli? Scopritelo con noi.

Ne sentiamo parlare spesso ed altrettanto spesso ne leggiamo il nome su tantissimi prodotti di cosmesi, ma scopriamo insieme come e perché funziona così bene l’olio di Argan sui capelli!

Quest’olio viene ricavato da una pianta che cresce in Marocco, l’Argania Spinosa, ed ha riconosciute proprietà antiossidanti per la pelle e rigeneranti per le nostre chiome.

Vediamo insieme i 3 principali casi in cui l’olio di Argan sui vostri capelli può essere una soluzione risolutiva:

  • CAPELLI SECCHI E SFIBRATI: Se avete i capelli deboli e spenti, sfiniti da agenti atmosferici, smog e prodotti sbagliati, potete usare questo olio per donar loro nuova linfa. L’olio di Argan infatti li nutre grazie agli acidi grassi omega 3 di cui è ricco e che sono uno dei “cibi” preferiti dai nostri capelli. In più ha proprietà idratanti per il cuoio che doneranno nuova lucentezza alle vostre chiome.
  • CAPELLI CRESPI: L’olio di Argan è uno dei pochi oli in grado di penetrare all’interno del capello stesso ed andando a sostenerlo dall’interno lo rende più elastico e definito, senza però appesantirlo. Basta capelli crespi, le vostre chiome torneranno ad avere dei bellissimi ricci fluenti.
  • DANNI DA AGENTI ESTERNI: Dura vita quella dei nostri capelli: tra smog, agenti atmosferici (in particolare d’estate), piastre, tinte, permanenti e shampoo ricchi di siliconi, è inevitabile che le nostre chiome risultino devitalizzate. Per questo le proprietà antiossidanti e la vitamina E contenuta nell’olio di Argan, possono aiutarvi ad affrontarvi in questa lotta e riparare i vostri capelli dai danni che tutti questi agenti esterni hanno provocato.

Ma come usarlo?

Noi vi consigliamo di applicarlo sui capelli ancora asciutti per farvi un impacco. Pettinate i vostri capelli e versatevene 5-6 gocce sul palmo della mano; cominciate a distribuirlo – partendo dalle punte – risalendo su tutte le ciocche e massaggiando il cuoio capelluto per qualche minuto. Pettinate ancora in capelli per fare in modo che penetri ovunque; infine, avvolgete le vostre chiome in un asciugamano e lasciatelo riposare per 20-30 minuti. Procedete poi lavandovi i capelli normalmente con uno shampoo neutro.

Per i casi più complicati, potete inserire l’olio in un vaporizzatore e applicarne un po’, a capelli lavati, esclusivamente sulle punte.

Come tutti gli oli naturali, neanche dall’olio di Argan sui capelli possiamo aspettarci miracoli che, peraltro nella tricologia non esistono (e diffidate da chi ve li promette), ma sicuramente può essere un ottimo ausilio senza alcuna complicazione. Cosa aspettate a provarlo?

Photo Credit: www.wdonna.it/