Prodotti per capelli: cosa contengono?

Che cosa contengono i prodotti per i capelli? Sappiamo cosa mettiamo sulla testa? Facciamo un po’ di chiarezza!

Tutti i giorni usiamo almeno un prodotto per capelli, sia si tratti di shampoo, balsamo, lozioni, gel ed altri, ma sappiamo realmente cosa c’è al loro interno? Alcuni prodotti risultano migliori di altri dal punto di vista delle “prestazioni” e della tenuta ma sono i prodotti giusti? Infatti, alcuni possono contenere sostanze che nel tempo possono mutare l’aspetto dei nostri capelli. Facciamo un po’ di chiarezza sull’argomento parlando dei parabeni.

Che cosa sono i parabeni e a cosa servono?

I parabeni sono conservanti impiegati prevalentemente nel settore cosmetico e farmaceutico. Solitamente nei prodotti per capelli che contengono acqua, per evitare la proliferazione di microorganismi che potrebbero deteriorare il prodotto o arrecare danni alla salute, si aggiungono dei conservanti. Tra questi i più usati sono i parabeni, perché dotati di buona resa a basso prezzo. Negli ultimi anni queste sostanze sono state indagate e messe in discussione a causa degli effetti estrogeno-simili che sembrerebbero correlarli alla formazione di alcune tipologie di tumori, anche se è importante precisare che non esiste uno studio che ne dimostra con certezza la dannosità. La recente legislazione europea che disciplina la quantità di parabeni nei prodotti cosmetici stabilisce una concentrazione dello 0,4% per ogni parabene e dello 0,8% per l’associazione di parabeni diversi.

Perché scegliere prodotti senza parabeni?

Un recente studio svedese sulla presenza di conservanti nei prodotti per la cosmesi ha dimostrato che fino ai primi anni del 2000 i parabeni erano contenuti in oltre il 90% dei prodotti per capelli, oggi, circa 10 anni dopo, è stata rilevata la presenza in circa il 44% dei prodotti. Per limitare l’uso di conservanti nei prodotti per capelli è importante lavorare le sostanze con acqua che sia il più possibile sterile, per non favorire l’insorgenza di eventuali batteri e microorganismi dannosi. Molte aziende e laboratori negli ultimi anni hanno adottato, infatti, un efficace sistema di depurazione dell’acqua che consiste nella filtrazione per osmosi inversa e nell’utilizzo dei raggi ultravioletti per eliminare ogni impurità.

Infine, è importante conoscere quali sono le sostanze che mettiamo sulla testa e scegliere con cura i prodotti da usare.