Quanto crescono i capelli?

Sembra una domanda banale ma quanto crescono i capelli? Quali sono le fasi del ciclo di crescita? Ecco tutte le risposte!

È importante premettere che l’attività di ogni follicolo pilifero nel cuoio capelluto è unica e non sincronizzata con gli altri, questo permette un continuo ricambio e sviluppo della capigliatura senza mai creare vuoti.

Il singolo follicolo, infatti, produce nell’arco della sua vita molti capelli con un ciclo che prevede fasi di crescita attiva alternate ad altre di riposo. Il cuoio capelluto di una persona adulta ha una superficie abbastanza standard anche se può differire ovviamente da un individuo all’altro.

Quali sono i numeri dei capelli?

Il numero dei follicoli piliferi per cm2 varia con l’età: dai 1135 della nascita fino ai 415 verso i 60 anni. La densità dei capelli per cm2 è in media compresa tra i 160 e i 240. Il tasso normale di crescita del capello varia da 0,30 a 0,35 mm al giorno.

Come anticipato, nel follicolo pilifero si alternano diverse fasi di crescita e solo raramente la papilla da origine a più di un capello, quindi di norma 1 capello corrisponde ad 1 papilla.

Quali sono le fasi del ciclo di vita del capello?

  1. Fase Anagen –> è la fase di crescita ed è la più lunga del ciclo follicolare. In questa il follicolo è molto attivo, infatti, le cellule della matrice hanno un tempo di replicazione di circa 24-48 ore.
  2. Fase Catagen –> si avvia con l’arrestarsi dell’attività cellulare e metabolica dei melanociti, questa dura il tempo necessario al bulbo per risalire fino al colletto e termina con la perdita della guaina e con il successivo inizio di un nuovo anagen. La durata varia da 7 a 21 giorni.
  3. Fase Telogen –> è il momento terminale in cui il capello si trova ancora all’interno del follicolo pilifero ma l’attività vitale è ormai cessata. Si tratta praticamente di un capello morto che prima di cadere rimane ancora sul cuoio capelluto un po’ di tempo. La durata è di circa 3 mesi in un individuo in salute e il rapporto normale tra anagen e telogen è di 90 a 10. Segue poi nuovamente la fase anagen e tutto ricomincia.

Quando la caduta è normale?

A differenza di quanto si pensava un tempo non è più corretto contare i capelli che si perdono per determinare una caduta anomala.

I 30 – 50 o 100 capelli non significano nulla se a pari caduta corrisponde pari ricrescita, legge del rimpiazzo. Non si deve mai dimenticare che un capello prima di cadere definitivamente si assottiglia, quindi si è sempre in grado di rilevare una diminuzione del volume, quello è il momento in cui preoccuparsi.

Quando si rileva una caduta anomala esiste in Tricologia la prova del nove ed è quella di lavare i capelli tutti i giorni, per almeno 15 giorni, in maniera molto energica, da questo si noterà un immediato miglioramento.

La velocità di crescita del capello è comunque da considerare per stimare se un rallentamento è fisiologico oppure no, in quest’ultimo caso è preferibile rivolgersi tempestivamente ad uno specialista per un check up di cuoio capelluto e capelli e valutare eventuali anomalie per correggerle.