Stress e capelli: il tricogramma può aiutare?

Problemi di capelli in un periodo particolarmente stressante? Analizza la chioma con il tricogramma!

I capelli rappresentano noi stessi, danno carattere e stile alla nostra immagine e una chioma ben curata e in salute è sicuramente un ottimo biglietto da visita. I capelli, inoltre, sono influenzati dal nostro stile di vita, periodi particolarmente stressanti potrebbero, infatti, indebolire la nostra capigliatura rendendo i capelli fini e fragili oppure causandone la caduta. È fondamentale quindi prendersi cura della propria chioma e salvaguardare il suo benessere.

Quali esami sono utili? Il tricogramma può aiutare?

Lo stress, infatti, potrebbe essere uno dei fattori scatenanti di alcune patologie correlate alla perdita dei capelli o al loro invecchiamento precoce (incanutimento). Da anni vari studi certificati hanno dimostrato che l’aumento della concentrazione di cortisolo, ormone dello stress, può aumentare le probabilità di caduta dei capelli e pericolo cardiovascolare.

Analizzare i propri capelli può rivelare la concentrazione di cortisolo presente e individuare il livello di stress cui si è sottoposti. L’analisi dev’essere eseguita da esperti del settore ed è condotta su una porzione di capelli di circa 3 cm, prelevando la parte più vicina al cuoio capelluto, che corrisponderebbe agli ultimi 3 mesi.

Si consiglia per questo di fare attenzione alla salute della nostra chioma e di concentrarsi anche sulla tipologia di stile di vita condotta. Esistono, infatti, degli esami specifici per testare lo stato di salute di cuoio capelluto e capelli, tra questi il tricogramma è quello più diffuso e affidabile. Per avere maggiori informazioni sull’esame e sul benessere della propria capigliatura si consiglia di rivolgersi ad un centro tricologico di fiducia e chiedere il parere di uno specialista.

Il primo passo per analizzare i capelli è un primo check up con il tricologo di riferimento per capire l’entità del problema e ricercarne le cause. Per ricercare i fattori scatenanti ci si può servire di diversi esami, tra cui il tricogramma, uno dei più affidabili in quanto offre molti dati utili.

Infine, è importante non sottovalutare la propria chioma poiché problemi che possono essere risolti con maggior facilità potrebbero trasformarsi in patologie croniche e più difficili da arginare.